Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

L’Europa a fianco della Francia: approvata all’unanimità dlla UE la richiesta di aiuti

riuBRUXELLES, 17 novembre 2015 – Tutti i 28 Stati della Ue hanno risposto si’ alla richiesta di “aiuto ed assistenza” della Francia dopo gli attentati di Parigi. I ministri della Difesa dell’Ue hanno quindi accolto all’unanimita’ la richiesta di Parigi di ricorrere all’articolo 42.7 del trattato dell’Unione, in base al quale se uno Stato membro e’ vittima di un’aggressione, gli altri Paesi sono tenuti ad aiutarlo con tutti i mezzi in loro potere. Presentata ieri a seguito degli attacchi terroristici di Parigi, la richiesta e’ stata approvata oggi in occasione del consiglio Difesa in corso a Bruxelles.

“La Francia domanda l’assistenza dell’Europa, e oggi la risposta dell’Europa e’ si'”, ha detto l’Alto rappresentante per la Politica estera e di sicurezza dell’Ue, Federica Mogherini, nel corso di una conferenza stampa straordinaria.

Adesso la Francia avviera’ le discussioni bilaterali con i partner dell’Ue per discutere del tipo di assistenza.

“L’aiuto dell’Europa potrebbe includere un maggiore supporto in Siria, Iraq, Africa”, ha spiegato il ministro della Difesa francese, Yves Le Drian, al termine della riunione dei ministri della Difesa della Ue riuniti a Bruxelles.

La Francia ringrazia l’Europa e lavorera’ con i partner dell’Ue per “fare l’inventario” e stabilire come potrebbe essere aiutata dopo gli attacchi di Parigi, ma l’idea e’ quella di chiedere sostegno nelle operazioni militari che ha attualmente in corso, ha spiegato ancora il ministro della Difesa francese.

“Si tratta della prima volta che si fa appello a questo articolo”, ha ricordato il ministro francese riferendosi all’articolo 42.7 del trattato dell’Unione.

L’assistenza dei paesi Ue, secondo Le Drian, “deve essere rapida, altrimenti non ha senso” e deve andare nella direzione di un “sostegno della Francia in operazioni” in varie aree del mondo, perche’ “la Francia non puo’ fare tutto da sola nel Sahel, in Libano, e garantire con le proprie forze la sicurezza sul territorio nazionale”. Le Drian ha citato in particolare le operazioni in Medio Oriente e nel Sahel.(AGI)

 

image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 17 novembre 2015. Filed under Esteri,Varie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.