Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Zucchero, dieci date all’Arena e nuovo disco: “Torno al soul e blues del passato”

MILANO, 18 novembre 2015- dall’inviato  GIANNI BERALDO

Zucchero durante la conferenza stampa (copyright Varese7press)

Zucchero durante la conferenza stampa (copyright Varese7press)

Dieci concerti tutti all’Arena di Verona dal 16 al 28 settembre 2016.

Le uniche in Italia per Zucchero Adelmo Fornaciari. Un evento unico per il nostro Paese, presentato oggi a Milano dallo stessso Zucchero, insieme al manager della FP Group Ferdinando Salsano, in una affollatissima conferenza stampa.

Dieci date che poi daranno il via a lungo tour mondiale.

Ma non è l’unioca novità. Infatti in questa occasione Zucchero ha pure annunciato che a partire da domani a New Orleans registrerà il nuovo album che ricalcherà quei canoni musicali che tanta fortuna gli hanno portato. A partire dal vendutissimo “Oro, Incenso e Birra” dal quale vuole trarre anccora ispirazione.

Lavoro discografico al quale l’artista emiliano ci sta  lavorando da circa un anno

Appare in forma il cantautore emiliano, nonostante si dice emotivamente provato per gli ultimi tragici avvenimenti parigini.

VIDEO DELLA CONFERENZA STAMPA

Ogni concerto sarà speciale, con ospiti nazionali e internazionali.

Dieci giorni dove si allestiranno, ancora prima dei concerti, una mostra su Zucchero, poi street mjusic con una sorta di band, di pifferai magici che divertiranno tutta la città

Due iniziative nate dalla esigenza di dare spazio e  voce ai giovani  e fortemente volute dallo stesso Zucchero.

Nei due giorni di riposo, 19 e 26 settembre due iniziative: 26 settembre Arena a disposizione di artisti che di sono distinti per la loro capacità artistica am che non hanno mai raggiuto quella notorietà per ssuonare alla Arena

<<Domani parto per New Orleans dove starò tre mesi a registrare il nuovvo album>>, inzia osì Zucchero non prima di avere scherzato sul nuovo cappello, <<Un album dove cercherò di ricostruire quelle atmosfere di Oro, Incenso e Birra forse il mio album preferito per quella varietà di suoni. Non so se possa riuscirci sarà il live a decidere se funzioni. Sarà sicuramente un disco complesso prodotto da tre persone insieme, professionisti non facile da convincere, però li abbiamo convinti>>

Smaltita l’emozione,  Zucchero inizia a parlare di tutto, iniziando dall’appariscente cappello con il quale si presenta . <<E’ uno di quelli utilizzati nel film “Gangs of New York”, l’ho comprato in un negozio particolare: per convincere il negoziante ho dovuto comprarne altri dieci>>

ZUCCHERO-manifestoSUI FATTI DI PARIGI. A differenza di altri artisti, io sabato scorso non avrei cantato. Oggi qui cerco di fare il goliardico ma emotivamente sono colpito, quel concerto forse l’avrei posticipato. Sono momenti terribili. Suonare sarebbe stato stonato, fuori luogo e senza lo spirito giusto per cantare e fare divertire. Non me la sarei sentita onestamente.

Quello che ho notato è la vigliaccheria con cui questa gente fa questa cosidetta guerra santa, la vigliaccheria di attaccare gente indifesa a concerti, bar ristorante. Se fossero davvero combattenti non attaccherebbe gente inerme, tra l’altro non posti di potere. Questa arroganza, questa bruttezza che ci sta avvolgendo, dalla mafia, alla chiesa ai politici, tutto marcio.

SUI CONCERTI-Questi concerti saranno le uniche date italiane, per questo abbiamo deciso di fare 10 date dando  la possibilità a tutti di assistervi. E’ anche una sfida, non dare tutto per scontato.

Questo mi stimola, Non è facile riempire per dieci date un posto come l’Arena, per questo mi viene la voglia di rincorrere, una sfida che mi ecccita.IMG_20151118_110200

OSPITI INTERNAZIONALI- Mi piacerebbe avere Pavarotti, Joe Cocker, Pino Daniele, Amy Winhouse ecc. Purtroppo non sono più con noi. Qualche none ce l’ho in mente ma bisogna vedere la loro disponibilità. Penso a Clapton, Bono, Sting amici con i quali ho sempre collaborato. Gli italiani sono imnpossibili da invitare se non prenotandoli un mese prima.

Ad esempio quando sono andato a Torino a trovare Bono prima del concerto degli U2, lui mi ha invitato nel camerino dandomi in mano il testo di ” Istill haven’t found what i’m looking for” dicendomi sali e cantala con noi: alla fine mi hanno lasciato a cantarla da solo sul palco. Insomma una improvvisata. 

Oppure Clapton in tour con Elton John, quando mi chiamò durante il sound chek per suonare poi con lui dopo un paio d’ore. Tutto improvvisato nei camerini. Queste sono le cose da fare: trovarsi ed essere sempre pronti divertendosi. Jovannotti fa parte di questo gruppo, A New Yoork ad esempio l’ho invitato sul palco: si divertviva talmente tanto che ho fatto fatica a mandarlo via dal palco.

SULLA FIGLIA IRENE- C’è un tacito accordo perchè lei faccia la sua strada artistica, certamente le darò dei consigli ma si ferma lì. Ora la priorità il nuovo disco. D’altronde possiedo una fattoria enorme e, nel caso, c’è spazio per tutti, DSC09821Anche per lei nel caso. Sarebbe un peccato perchè ha del talento.

Da qui a settembre 2016 c’è qualche apparizione in compilation di altri artisti oppure apparizione in un documentario della CBS ma nulla di eclatante.

Non riesco a stare fermo in una sola direzione rifacendo magari un album seppur rinnovato. Choka beck era un bell’album ma diverso sicuramente dal prossimo comunque.

SUI RAPPER– Haanno la funzione di andare contro qualcosa e ce ne sono tante di cose da andare contro. Ecco,alcuni di loro mi piacciono per questo.

SU GUCCINI- Ci frequentiamo talmente tanto che tutto quello che dice per me va bene. Ci stanno abituando negli ultimi anni a digerire i “panini alla merda”, questo il panorama che ci arriva a livello musicale italiano. Anche all’estero però non è che siano messi meglio.

SCALETTA CONCERTI– Vi saranno brani che hanno caraterizzato alcuni album, poi vi saranno tutti i brani dell’ultimo album con la curiosità di vedere la reazione del pubblico.

Guardando Facebook vedo richieste dei miei fans  in merito a canzoni particolari che non sono mai usciti come singoli, ecco darò retta anche alle loro richieste.

Poi si sbilancia sulle propre preferenza artistiche, almeno quelle attuali.

<<Mi è piacuto molto il disco di Clapton con JJ Cale ad esempio. Paolo Nutini non mi è dispiaciuto, artista che ad esempio ho incontrato a Lucca. Attendo l’album nuovo di Adele ma già il singolo mi ha preso parecchio. In questo momento penso che vi siano prodotti migliori in Europa che in Nord America. Vediamocosa produrranno  i Coldplay, però dopo tutto questo tempo trascorso a Ibiza non so…

Mi è piacuto parecchio pure la rivisitazione di Dylan da parte di De Gregori: lo chiamerò per fargli i complimenti.

Zucchero è tornato, con la sua simpatia e disponibilità.

Ora nuova avventura americana con la speranza che sia un nuovo album all’altezza della sua fama.

direttore@varese7press.it

image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 18 Novembre 2015. Filed under Musica,Spettacoli&Cultura,Varese,VARESE,Varie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

One Response to Zucchero, dieci date all’Arena e nuovo disco: “Torno al soul e blues del passato”

  1. Pingback: “Black Cat”, nuovo album di Zucchero con una canzone scritta da Bono | Varese7Press

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.