Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

La Elmec Solar di Brunello punta sul mercato del fotovolatico

Team Elmec solar

Team Elmec solar

BRUNELLO, 17 dicembre 2015- Quella dell’accumulo di energia per il mercato del fotovoltaico è da tempo tema di ricerca e sperimentazione, ma ora, grazie al consolidamento della tecnologia al Litio e al suo prezzo competitivo, sta diventando un’opportunità concreta per tutti i clienti del mercato residenziale, delle famiglie che vogliono aumentare significativamente la loro indipendenza dalla rete elettrica. Una vera innovazione che Elmec Solar, azienda del gruppo Elmec specializzata nella progettazione e installazione di impianti solari fotovoltaici, ha scelto di abbracciare fin dalle sue prime battute. L’azienda di Brunello,  ha da pochi giorni allargato la propria gamma di servizi alla fornitura e installazione di batterie di accumulo, aprendosi così al mercato dello ‘storage’ di energia elettrica associata al fotovoltaico, grazie all’accordo stretto negli ultimi mesi con SonnenBatterie GmbH, azienda leader del mercato tedesco.

 “Siamo una realtà che in 10 anni ha maturato una grande esperienza nel proprio

Alessandro Villa

Alessandro Villa

territorio e che ha le competenze e la struttura per posizionarsi come centro di eccellenza di garanzia e di affidabilità nel mercato del powerstorage – afferma Alessandro Villa, A.D. di Elmec Solar – Come nostra consuetudine, abbiamo scelto un fornitore in grado di garantire alti standard qualitativi. Si tratta di SonnenBatterie GmbH che propone un sistema intelligente di accumulo volto a massimizzare in modo automatico l’autoconsumo domestico fino a ridurre la bolletta dell’80%, grazie ad una logica interna molto sofisticata che comprende anche l’analisi delle previsioni meteorologiche.”

image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 17 dicembre 2015. Filed under Economia,PROVINCIA. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *