Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Ferruccio de Bortoli a Varese: ” I giornali locali sono importantissimi per tutta la comunità”

VARESE, 30 gennaio 2016- di GIANNI BERALDO-

De Bortoli con Mauro della Porta Raffo

De Bortoli con Mauro della Porta Raffo

E’ sempre un piacere ascoltare Ferruccio De Bortoli, giornalista ma soprattutto ex direttore del Corriere Della Sera, “avventura” conclusasi con il più famoso quotidiano italiano (e tra i più importanti al mondo) lo scorso 30 aprile dopo 6 anni d’intesa attività direttiva, dando al “corrierone” un taglio più dinamico e competitivo.

L’occasione per ascoltare dal vivo De Bortoli è stato l‘incontro organizzato questa mattina dall’amico Mauro della Porta Raffo all’interno del consueto “Salotto” del Caffè Zamberletti, stipato all’inverosimile.

Tra il pubblico  pure tanti giornalisti, alcuni ex Corriere della Sera, come Franco Tettamanti o Marco Dal Fior entrambi in pensione.

Come lo stesso De Bortoli d’altronde, dopo una lunghissima carriera iniziata nel 1973 nel “Corriere dei Ragazzi” fino ad arrivare alla guida del più grande giornale italiano una prima volta nel 1987, dopo indicazioni del dimissionario Paolo Mieli.

Tra i momenti più salienti della sua lunga storia giornalistica, sicuramente gli anni trascorsi al “Sole 24 ore”, dapprima come caporedattore successivamente come  direttore nel 2005, incarico fortemente durato fino al 2009, sponsorizzato da Luca Cordero di Montezemolo allora presidente di Confindustria.

<<Un’esperienza incredibile che mi ha dato molto sotto il profilo umano e professionale entrambe le volte. L’informazione economica in questo Paese è modesta, nonostante in realtà ricopra un ruolo fondamentale per tutti noi. Un tipo di informazione che difende il consumatore, il risparmiatore, il cittadino, per questo è importante farla bene. Poi vorrei sottolineare che non si parla mai, in questo campo, della scorrettezza informativa e il tripudio della furbizia>>. Come suo stile De Bortoli non le manda a dire, soppesando sapientemente termini e frasi, ma sempre in modo diretto e mai troppo contorto.

L’ex direttore prima di lasciare il Corriere ha stipulato un patto di non concorrenza per un anno, che scadrà il prossimo 1 maggio <<un patto che reputo giusto considerato la tipologia di giornale che ho diretto fino a qualche mese fa.  Patto che riguarda però solo testate italiane, per questo ho accettato un incarico come opionionista al “Corriere del Ticino”, quotidiano svizzero del Canton Ticino>>.

Insomma, dopo cinquant’anni di giornalismo De Bortoli proprio non riesce a fare il classico pensionato in panciolle anche se << all’inizio ho fatto fatica ad abituarmi all’idea di avere così tanto tempo libero, compresi i fine settimana, giornate che nel giornalismo sono pienissime così come il resto dell’anno d’altronde>>.

Dall’alto della sua notevolissima esperienza, il giornalista milanese classe 1953, analizza l’attuale situazione legata alla profonda crisi in cui versano i giornali quotidiani  <<penso che i giornali cartacei possano reggere ancora. Analizzando le ultime stime legate alle vendite direi che tutto sommato non mi pare sia così in crisi l’editoria. Prendiamo ad esempio il Corriere della Sera e Repubblica, tra i quotidiani più rappresentativi: ebbene i loro bilanci sono in attivo nonostante il costo elevato. Non che siano numeri di lettori paragonabili a giornali di altri Paesi ma comunque buone cifre;  forse sopravvivono perchè in Italia ci si accontenta di poco. Certamente è cambiato lo scenario economico. La pubblicità oramai spinge verso altre forme comunicative come Facebook o Google con milioni di utenti, però vi sono altre soluzioni. Tra esse quella di fare pagare l’accesso al giornale online, come  il Corriere con l’attuale bravo direttore Luciano Fontana,  dando  una spinta innovativa interessante>>.

La sala piena

La sala piena

Parlando di scelte e sopravvivenza a livello editoriale, De Bortoli evidenzia quanta importanza ricoprano nel panorama editoriale i giornali locali <<ho sempre avuto una grande ammirazione per i giornali locali, tant’è che qualche anno addietro tentai di aprire una redazione del Corriere a Varese, così come fatto in precedenza in altre città lombarde come Brescia o Bergamo, senza riuscirci. La provincia di Varese in particolare è sempre stato un grande laboratorio giornalistico, dal quale abbiamo attinto anche idee soprattutto per l’edizione del Corriere online visto che Varese sotto questo aspetto ha qualcosa da insegnare a tutti. In questa città infatti è nato uno dei primi quotidiani online italiani e sempre a Varese ora ne esistono altri tutti molto attivi>>.

Parlando di giornalismo locale l’ex direttore sostiene la tesi, peraltro condivisa da molti altri noti colleghi, che i giornali locali sono la vera linfa a livello informativo territoriale. Sono loro Ferruccio de Bortoli a Varesea creare un legame forte con il territorio <<sono un punto di riferimento per i cittadini, per raccontare le loro storie, i loro problemi. Insomma una sorta di ritrovo importante come le piazze e tutti i luoghi di aggregazione o scambio culturale e sociale. Non dimentichiamo poi che i giornali locali, proprio grazie a questa connotazione, risentono meno della crisi>>.

Il padrone di casa Della Porta Raffo poi lo stuzzica sul suo rapporto (spesso conflittuale) con i vari editori con i quali ha lavorato <<mi avevi promesso di non stuzzicarmi con domandone-sottolinea De Bortoli sorridendo- Diciamo che non tutti gli editori sono all’altezza anche o forse per questo motivo, sono degli imprenditori e devono fare quadrare i conti. Poi non è così scontato che un editore, magari anch’esso giornalista, abbia davvero a cuore il giornale. Chi invece di giornalismo ne capiva parecchio era Angelo Rizzoli, editore del Corriere, che a tutti noi diede degli ordino ben precisi “Mi raccomando: qualsiasi cosa scriva o richieda Oriana Fallaci, deve essere accettata senza discutere>>.

Dopo quest’ultimo ricordo di De Bortoli, ci assale un pò di nostalgia pensando a quel modo di fare giornalismo, quello vero.

direttore@varese7press.it

 

image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 30 gennaio 2016. Filed under Spettacoli&Cultura,Varese,VARESE,Varie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *