Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Per gli studenti del “Gadda-Rosselli” di Gallarate un giorno da parlamentare europeo a Strasburgo

STRASBURGO, 5 febbraio 2016 – dall’inviata SARA MAGNOLI –

IMG_1837Hanno discusso e dibattuto su temi importanti, dai diritti dell’uomo allo sviluppo sostenibile, dai flussi migratori collegati all’integrazione al futuro dell’Europa, dall’occupazione e disoccupazione giovanile alle politiche di sviluppo europeo. Lo hanno fatto in inglese, simulando i lavori del Parlamento Europeo e confrontandosi con quasi cinquecento loro coetanei da venti diversi Paesi europei, i ventiquattro ragazzi di diverse classi quarte degli indirizzi di relazioni internazionali, amministrazione e marketing e turismo della scuola superiore Gadda Rosselli di Gallarate, unica scuola italiana selezionata oggi per la giornata Euroscola al Parlamento Europeo di Strasburgo.IMG_1828

Lo hanno fatto, preparati e accompagnati dalle loro docenti Cinzia Patella e Daniela Cagnin, con un entusiasmo e una capacità sorprendenti in ragazzi così giovani. E facendo onore alla loro scuola, ma anche alla loro città e al loro Paese, descritto, nelle parole dei due portavoce Ziyhad Bouighrad e Riccardo Molani, che hanno parlato a tutti i ragazzi seduti stamattina nell’Emiciclo, delle tradizioni economiche gallaratesi, del presente, del loro ordine di studi. Ma anche di Collodi, Brunelleschi, Leonardo da Vinci, invitando tutti a visitare l’Italia.

Un pomeriggio destinato, suddivisi in gruppi a simulare, appunto, i lavori del Parlamento Europeo su alcune questioni di stretta attualità, ma in una giornata che fin dalla mattina ha impegnato quattrocentosettantasette ragazzi di venti diverse scuole europee (oltre al Gadda Rosselli come scuola italiana, due istituti arrivavano dalla Germania e gli altri da Belgio, IMG_1843Danimarca, Estonia, Grecia, Irlanda, Spagna, Francia, Russia, Cipro, Lussemburgo, Lituania, Ungheria, Paesi Bassi, Romania, Malta, Slovacchia e Svezia) a iniziare a interagire e conoscere più da vicino il Parlamento e l’Unione Europea. Ricevendo anche un veloce saluto dal vicepresidente del Parlamento di Strasburgo Rainer Wieland, ma soprattutto incontrando e ponendo domande su diverse questione, dai profughi ai migranti, dalla crisi economica ai modi in cui l’Europa può coinvolgere maggiormente i giovani, al parlamentare europeo ungherese Tibor Szanyi e agli alti funzionari del Parlamento Europeo, collegati al servizio visite, Pavel Černoch (che ha detto tra l’altro alla delegazione gallaratese di conoscere la loro città perché vi ha vissuto suo fratello), Albrecht Sohn e Lotte Tittor.

“È stata un’esperienza molto positiva – commenta Andrea Carrano, uno degli studenti del Gadda Rosselli -: abbiamo trattato argomenti che andrebbero affrontati di più anche a scuola, per avvicinarci maggiormente a una concreta e ampia conoscenza dell’Europa”. E che la scuola in generale dovrebbe appunto parlare di più di questioni legate alle politiche e alle strutture europee è stato il pensiero della maggior parte dei ragazzi europei presenti all’esperienza di Euroscola, programma che, come ha spiegato agli studenti il capo delloIMG_1879 staff del progetto stesso, Luis Martinez-Guillen, “è un’esperienza per permettervi l’esercizio della democrazia, la condivisione delle vostre opinioni con chi la pensa diversamente, la comprensione di alti valori che difendiamo, quali l’ascolto dell’altro, la solidarietà, il rispetto, la legalità. Uniti nella diversità”.

Esperienza importante anche per Radina Shima, altra studentessa del Gadda Rosselli, che ha messo in luce “l’importanza dell’interagire, del parlare fra noi”. Qualcosa che “non capita a tutti – il parere entusiasta di Matteo Ravizzoli e Alessio Menchise –: vivere un giorno come parlamentari europei”. E, aggiunge Riccardo Molani, “oltre ad aver usato una lingua straniera per un’intera giornata, cosa che mi ha reso più sicuro e mi ha aiutato a sconfiggere le mie paure anche nel parlare in pubblico, ho avuto la possibilità di conoscere tanti miei coetanei con i quali ci terremo sicuramente in contatto”.

Per il Gadda Rosselli si tratta della quarta volta a Euroscola: con la docente Laura Carrozzo, ora in pensione la scuola è stata selezionata anche nel 2008, 2009 e 2011.

s.magnoli@varese7press.it

image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 5 febbraio 2016. Filed under PROVINCIA,Varie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

One Response to Per gli studenti del “Gadda-Rosselli” di Gallarate un giorno da parlamentare europeo a Strasburgo

  1. Pingback: Un giorno da parlamentare europeo a Strasburgo - Gadda Rosselli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *