Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

La Destra varesina compatta nel ricordo Vittime delle Foibe: “No a strumentalizzazioni politiche”

VARESE, 6 febbraio 2016- di SARA CARIGLIA-

I rappresentanti di movimenti e associazioni di Destra oggi a Varese

I rappresentanti di movimenti e associazioni di Destra oggi a Varese

<<Il nostro obiettivo è quello di ricordare e ribadire quello che accadde alle vittime delle foibe, senza distinzioni politiche: insomma una iniziativa apartatica. Vogliamo infatti che questa commemorazione diventi di tutti i cittadini, se poi volessero partecipare pure rappresentanti istituzionali, ovviamente sarebbero ben accetti>>.

Queste le parole del rappresentante del gruppo Albadorata di Varese Dodici Raggi, questa mattina alla conferenza stampa di presentazione (tenutasi al bar Good Fellas, nuovo luogo di ritrovo della Destra varesina) della manifestazione che si terrà mercoledì 10 febbraio nel capoluogo di provincia, in occasione de “Il Giorno del Ricordo”, appuntamento nazionale istituito nel 2004 per riocordare le vittime delle Foibe.

IMG_20160206_115833

Giampiero Castelli

Una giornata fortemente simbolica, voluta dall’allora Governo Berlusconi (decisione non scevra da forti polemiche che si ripercuotono politicamente ancora oggi), per non dimenticare le migliaia di italiani letteralmente massacrati dai partigiani comunisti jugoslavi capeggiati da Tito in Istria, Dalmazia e Venezia Giulia tra il 1943 e il 1945.

A Varese per questa occasione le associazioni di destra hanno fatto le cose in grande, organizzando un Comitato creato ad hoc per l’occasione, in grado di riunire le varie rappresentanze a livello provinciale, i cui rappresentanti in parte presenti anche oggi: da Orizzonte Ideale con Leslie Mulas a Casa Pound, da Forza Nuova a Sovranità (quest’ultima una vera novità, nata da una “costola” di Casa Pound) con Athos Marcante, alla già citata Comunità militante “Dodici Raggi” oltre a Fiamma Tricolore rappresentata da Giampiero Castelli

IMG_20160206_120306

Athos Marcante

Il corteo partirà alle 19 dal piazzale della stazione Ferrovie dello Stato. Il tragitto ripercorrerà esattamente le vie degli anni scorsi, ossia le principali vie del centro città. La manifestazione si concluderà in piazza Trieste con il classico minuto di silenzio per commemorare sia le persone che persero la vita “fagocitate” dalle foibe sia gli esuli giuliani, dalmati e istriani che subirono questa tragedia vivendola in prima persona.

<<Questa manifestazione è di carattere nazionale e non vuole essere in nessun modo partitica. Non c’è preclusione di alcun tipo. Certo è che la sinistra anche nelle manifestazioni passate non si è mai fatta vedere. Ne prendiamo semplicemente atto>>, così Leslie Mulas di Orizzonte ideale che, quasi provocatoriamente, aggiunge << Se poi volesse partecipare pure qualche rappresentante politico della sinistra varesina, sarà ben accetto. L’anno scorso abbiamo intravisto esponenti politici del Comune di Varese presenti a titolo personale. La cosa ci ha fatto enormemente piacere perché in questo modo si va nella giusta direzione>>.

redazione@varese7press.it

 

image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 6 febbraio 2016. Filed under Varese,VARESE,Varie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *