Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

All’East Market di Milano presente anche il marchio gallaratese Basement Shop

image_pdfimage_print

East MarketGALLARATE, 19 febbraio 2016- East Market, il tempio dei mercatini vintage torna domenica 21 febbraio a Milano con i suoi selezionatissimi 225 espositori da tutta Italia, tra loro anche Sabrina Moioli di Gallarate.

East Market, il mercatino delle pulci milanese dedicato ai privati dove tutti possono vendere, comprare e scambiare, in poco più di un anno è diventato cult. Un appuntamento imperdibile per appassionati e curiosi da ogni parte d’Italia, con circa diecimila visitatori a edizione e altrettante centinaia di espositori che fanno a gara per aggiudicarsi un posto nel tanto ambito mercatino. Dal Trentino alla Sardegna dal vintage al riciclo, dalle rarità al modernariato su oltre 6000 mq espositivi nella spettacolare location, sede di un’ex fabbrica metalmeccanica nel design district di Lambrate.

Per la prossima edizione è stata scelta anche la gallaratese Sabrina Moioli, che sarà presente con il suo marchio Basement Shop. L’artigiana propone oggettistica rigorosamente handmade, dai quadri alle lampade, dagli orologi ai soprammobili. La sua linea è realizzata utilizzando prevalentemente legno di bancale riciclato e ‘ricondizionato’ o comunque altro materiale di recupero.

Basement Shop

Basement Shop

Ispirandosi ai mercati dell’East London, East Market si propone come un connubio di moda, fai da te, mercato del riciclo che strizza l’occhio alla cucina gourmet, alle nuove tendenze delfashion e della musica. I protagonisti di East Market sono sempre gli espositori con migliaia di articoli tra abbigliamento usato, vinili, arredamento, raccolte private, handmade, sneakers.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 19 febbraio 2016. Filed under Economia,Moda,PROVINCIA. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *