Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Va forte a Varese la “my Shopping Card”: ora un’App faciliterà gli acquisti

VARESE, 22 febbraio 2016- di SARA CARIGLIA-

La presentazione del concorso

La presentazione del concorso

Fare shopping nell’era 2.0 è sempre più App. Se fino a ieri il decollo degli acquisti online aveva salvato il venditore tradizionale da potenziali bancarotte, oggi a proporsi come rivoluzionarie nel mondo degli acquisti capovolgendo nuovamente le tendenze, il lancio di nuove applicazioni che si fondono alle esigenze del nuovo consumatore 2.0: smart, eclettico, pragmatico, autonomo, curioso, emancipato. Come la myShopping App e la myShopping Card lanciate poco meno di un anno fa da UNIAscom-Confcommercio insieme a Ubi Banca, diventate nel giro di poco tempo icone varesine.

Non solo parole ma anche numeri. Oltre 5mila carte erogate che hanno sviluppato un fatturato di ben tre milioni di euro con ben 1300 operatori commerciali che hanno aderito all’App. Un’iniziativa che a detta di Giorgio Angelucci – Presidente Uniascom – Confcommercio della provincia di Varese – ha ancora tanta voglia di crescere.

Un successo tutto varesino presentato oggi in conferenza stampa, che ha visto tra gli ospiti d’onore una raggiante Maria Teresa Ruta, giornalista sportiva nonchè nota conduttrice televisiva, ma soprattutto occasione per presentare il concorso “My Shopping Comunica”.

<<Il primo concorso marketing in assoluto cui le piccole e medie imprese associate Ascom e Confcommercio potranno partecipare a partire dal giorno 8 di Marzo fino alla fine di settembre 2016. – spiega Pasquale Diaferia, Creative Chairman –. La sfida è particolarmente ardita per le imprese che vorranno giocare e partecipare, perché oltre alla giura d’onore, composta anche dalla Ruta in qualità di Presidente, ci sarà anche una giuria tecnica il cui obiettivo sarà quello di premiare utilizzando come metro di giudizio la creatività, oltre che la capacità di comunicare in modo nuovo, moderno e digitale>>.

Il montepremi è cospicuo: ben 26mila euro.

<<Il premio valorizzerà gli annunci promozionali delle imprese commerciali della provincia sulla stampa e sui media,  con un particolare occhio di benevolenza per chi all’interno di questi annunci commerciali e pubblicitari citerà anche la myShopping Card>> A dimostrarsi molto entusiasta per il progetto MyShopping Card è Angelucci  il quale, mostrando la sua carta di credito personale , quasi come a volerci metterci la faccia assicura <<Si tratta di una carta prepagata con la quale si può tranquillamente fare degli acquisti, tanto è vero che è un circuito MasterCard>>. La Card myShopping, tra gli altri meriti consente, inoltre, di andar per negozi convenzionati e godere di uno sconto immediato.ruta 1

<<Ancora oggi sono soprannominata il sorriso che non conosce confini>> così  definiva Maria Teresa Ruta, Sandro Ciotti, in seguito alla campagna pubblicitaria IP che grazie al suo volto balzò prepotentemente dall’undicesimo posto in terza posizione, con 71 milioni di cartoline voto. <<Negli anni ho imparato a sfruttare i media e a costruirmi una notorietà facendo pubblicità di me stessa>>, continua Ruta aggiungendo << oggi sarebbe interessante che grandi e piccole imprese, oltre che a puntare sul prodotto, dirigessero a ragion veduta la loro attenzione verso ciò che può far conoscere quel prodotto. Come ad esempio stimolare la signora della piccola bottega che vuole provare a farsi conoscere a metterci “la faccia”, proprio come fece Giovanni Rana>>. Uno dei più grandi self made man della storia italiana.

Ma alla domanda, ce l’ha l’App myShopping? La Ruta si lascia travolgere da una grande risata e risponde <<No, ma entro questa sera di sicuro la scaricherò anch’io!>>.

redazione@varese7press.it

 

 

image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 22 febbraio 2016. Filed under Economia,Varese,VARESE. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *