Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Ieri aggressione agli agenti che avevano scongiurato il suicidio, oggi incidente e fuga brandendo un’accetta: arrestato 30enne

image_pdfimage_print

poliziaVARESE, 28 ottobre 2016– Nella serata di giovedì, 27 ottobre, una pattuglia della Polizia di Stato della Squadra Volante  di Varese è intervenuta in via Garibaldi a seguito di segnalazione di un uomo, un 30enne australiano,  arrampicatosi su di un edificio al secondo piano.   

Inizialmente gli operatori hanno creduto potesse trattarsi di un uomo intento ad entrare in un’abitazione privata per commettere un furto, ma immediatamente dopo hanno chiaramente compreso che l’intento del giovane era di tutt’altra natura. Alla vista degli operatori lo stesso ha iniziato a gridare di volerla fare finita e di volersi gettare dal balcone.

A questo punto, dopo aver bloccato il traffico automobilistico sottostante ed aver allertato i vigili del fuoco, la pattuglia ha cercato di farlo desistere, comunicando con lui dalla strada. L’uomo è rimasto però fermo nel suo intento.

Nel mentre, da una finestra laterale, un vicino di casa si è offerto di far entrare i poliziotti nel suo appartamento, attiguo a quello dell’uomo, per poter meglio intervenire ed impedire allo stesso di lanciarsi nel vuoto. Una parte dei componenti la pattuglia saliva quindi nell’appartamento, mentre gli altri rimanevano in strada per evitare il peggio.

L’uomo, convinto di volersi uccidere, ha lasciato la presa della finestra nell’intento di farsi cadere nel vuoto quando gli agenti della Volante sono riusciti a bloccarlo tempestivamente e ad evitare il peggio. Gli agenti però, nel trattenerlo sono caduti rovinosamente a terra e, successivamente, ulteriormente aggrediti dall’uomo che si è rivelato fortemente violento.accetta-carabinieri-arresto-apertura-72078-610x431

L’equipaggio è riuscito comunque a condurlo sull’ ambulanza nonostante lo stesso continuasse a minacciare di morte i poliziotti e ad offenderli. Il suo atteggiamento si è rivelato talmente aggressivo da richiedere un ulteriore rinforzo di operatori a bordo dell’ambulanza, che lo ha condotto all’Ospedale di Circolo.

In seguito si è appurato che si trattava di un cittadino australiano, trentenne, in preda ad una crisi sentimentale, residente in Australia ed in Italia da qualche tempo senza fissa dimora.

Lo stesso è stato deferito in stato di libertà per resistenza lesioni e oltraggio a pubblico ufficiale e nei suoi confronti è stato emesso foglio di via obbligatorio, con il divieto di fare rientro nel Comune di Varese per la durata di tre anni.

Come non bastasse nel pomeriggio di oggi lo stesso uomo ha dapprima rubato un’auto vicino al tribunale di Varese nel tentativo di raggiungere la sua ragazza a Barasso, paese che ha raggiunto ma sbattendo contro un autocarro vicino al Comune.

A questo punto la fuga a piedi brandendo un’accetta con la quale l’esagitato minacciava chiunque si avvicinasse.

Poi l’arresto da parte della polizia che sono riusciti a bloccarlo sulla strada che porta a Oltrona al Lago.

redazione@varese7press.it

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 28 ottobre 2016. Filed under Cronaca,Varese,VARESE,Varie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *