Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Jazz al Teatro Parenti: domenica concerto del Trio Da Paz

Trio Da Paz

Trio Da Paz

MILANO, 24 febbraio 2016- La nuova rassegna che il Teatro Franco Parenti dedica al jazz e alla musica improvvisata esamina questa volta la trasversalità che oggi caratterizza tali linguaggi. Gli steccati fra generi, vernacoli, stili, culture, tradizioni sono stati ormai abbattuti e una fitta rete meticcia di incroci, di interazioni, di incontri, dialoghi e persino scontri rende la colonna sonora della nostra contemporaneità un qualcosa dai lineamenti incerti, in perenne mutamento.

Il jazz, d’altronde, con la sua storica capacità di fagocitare e assimilare una molteplicità di elementi diversi fra di loro, innestandoli nel primario ceppo africano-americano, ha fatto storicamente da battistrada a tale concezione. Nella programmazione di Jazz al Franco Parenti non deve perciò stupire la presenza dell’immaginifico e sofisticato camerismo del celebrato gruppo brasiliano Trio da Paz accanto, ad esempio, al post-modernismo di “Fast Future” del sassofonista Donny McCaslin, reduce dall’avere contribuito alla creazione dell’ultima incisione di David Bowie, Blackstar. Altresì non deve

Nilson Matta

Nilson Matta

sorprendere che un’affascinante compositrice e virtuosa flautista come Nicole Mitchell, fra le più avventurose esploratrici della tradizione africano-americana, accompagnata da strumentisti a dir poco geniali e originali, si collochi accanto a due improvvisatori “puri”, che hanno rinnovato in modo radicale, complesso e poetico il mainstream, quali lo straordinario sassofonista David Liebman e l’eccelso pianista Richie Beirach. Il trio di un batterista innovativo e raffinato come Jim Black, arricchito dalla presenza del giovane pianista Elias Stesemeder e di un superbo contrabbassista come Thomas Morgan, conclude una serie di intriganti “istantanee” del nostro presente musicale.

Un programma breve ma denso e ricco, che peraltro anticipa alcune fra le grandi iniziative musicali che il Franco Parenti ha in serbo per il 2016.

Domenica 6 marzo 2016, ore 11.00

TRIO DA PAZ

Romero Lubambo – chitarra

Nilson Matta – contrabbasso

Duduka Da Fonseca – batteria

Formatosi nel 1990, il Trio Da Paz riunisce tre dei più importanti esponenti del jazz samba, che si distinguono per le loro interazioni avventurose, improvvisazioni audaci e ritmi abbaglianti. Ovviamente legati alle loro origini e alle radici della Bossa Nova, i percorsi di ciascuno dei tre musicisti sono segnati dalle collaborazioni con alcuni tra i più importanti jazzisti americani degli ultimi trent’anni e ciò configura la band tra le più jazzistiche del mondo brasiliano. E’ importante sottolineare le collaborazioni di Lubambo con Diane Reeves, Michael Brecker e Grover Washington; quelle di Da Fonseca con Eddie Gomez, Lee Konitz, John Scofield, Asrtud Gilberto, Anonio Carlos Jobim e quelle di Nilson Matta con Joe Henderson e più lungamente con Don Pullen. Il Trio Da Paz è solito invitare nelle sue esibizioni solisti di eccezione e l’ultima realizzazione dal titolo “Cafe” vede come ospiti il grande pianista brasiliano César Camargo Mariano, Diane Reeves e Joe Lovano.

image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 24 febbraio 2016. Filed under Musica,Spettacoli&Cultura. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *