Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

L’europarlamentare Salini venerdì visita aziende del territorio

Galante con Salini oggi

Galante con Salini 

VARESE, 25 febbraio 2016- Domani Massimiliano Salini (eurodeputato Forza Italia – Partito popolare europeo, membro della Commissione Industria e della Commissione Trasporti e Turismo), assieme a Piero Galparoli (Consigliere comunale di Varese) e a Franco Colombo (presidente Confapi Varese), visiterà alcune imprese della provincia di Varese.

Tigros: Via del Lavoro, 45, Solbiate Arno (ore 11.50)

De Molli Spa: Via Sant’Alessandro, 10, Castronno (ore 13.45)

Mafiplast: Via Campo di Maggio, 14, Brunello (ore 15)

Tecnosteel: Via Pret, 12, 21020 Brunello (ore 16.15)

Catalfer: Via Campo dei Fiori, 9, Brunello (ore 17.15)

Dichiara Massimiliano Salini: “Come dimostrano i recenti dati Movimprese la provincia di Varese ha una importantissima vocazione manifatturiera. Gli effetti della crisi si sono fatti sentire anche su questo territorio operoso e ricco di competenze ma la ‘densità manifatturiera’ della zona resta molto alta. A livello regionale sono pochi i territori che fanno meglio e che possono dirsi più industriali del Varesotto. Alla luce di questi numeri credo sia molto importante tenere alta l’attenzione su quello che stiamo cercando di fare in Europa opponendoci al conferimento dello status di economia di mercato alla Cina. La Cina ha un’eccedenza di produzione che è più del doppio di quella europea, se la riverserà sul mercato senza più dazi, schiaccerà le nostre imprese. L’Europa deve dimostrare di saper difendere la sua industria. La minaccia cinese non può essere più forte della nostra politica che deve fare di tutto per tutelare le nostre imprese e i nostri posti di lavoro”.

 

image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 25 febbraio 2016. Filed under PROVINCIA. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *