Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Delitto Lidia Macchi: Parco Mantegazza rimarrà ancora chiuso per ricerca prove

eseVARESE, 26 febbraio 2016– Il Comune informa che il parco Mantegazza, come richiesto dalla Questura di Varese, resterà chiuso anche tutta la prossima settimana. Continuano quindi le ricerche di prove per quanto riguarda il delitto di Lidia Macchi. In queste due settimane di ricerca, il parco di Masnago è stato setacciato in ogni zona da soldati dell’esercito, muniti di robottino e metal detector.
Qualcosa è stato trovato (cinque coltellini di varie misure) ma poco trapela d’altro tra gli ambienti investigativi. Il magistrato è certa che qualcosa di concreto si possa trovare in questo parco dove, secondo una testimone Stefano Binda, unico indagato per l’omicidio della giovane studentessa, avrebbe occultato un sacchetto contenente vari oggetti. Per ora la prova regina, ossia l’arma del delitto (un coltello a lama grossa) non è ancora stata trovata, per questo le ricerche nel parco sono state prorogate di una settimana.
Seguiranno aggiornamenti per la data di riapertura.
redazione@varese7press.it
image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 26 febbraio 2016. Filed under Cronaca,Varese,VARESE,Varie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

One Response to Delitto Lidia Macchi: Parco Mantegazza rimarrà ancora chiuso per ricerca prove

  1. Bruno .G Rispondi

    26 febbraio 2016 at 17:55

    Una farsa ben nascosta da Comunione e Liberazione per 29 anni che adesso non sono più riusciti a controllare e gli si sta rivoltando contro.
    D’altronde dal movimento più falso e meschino d’Italia non ci si poteva aspettare niente di più.
    Speriamo che finalmente la verità venga a galla e che tutti quelli coinvolti paghino per aver fatto si di nascondere la verità per tutti questi anni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *