Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Pallavolo serie B2: lo Yaka Malnate s’impone a Gorgonzola

image_pdfimage_print

GORGONZOLA, 28 febbraio 2016- Lo Yaka arriva a Gorgonzola consapevole si di aver vinto per 3 a 0 all’andata , ma anche cosciente del fatto che ora l’avversario occupa la quinta posizione in classifica , Malnate parte male lasciando troppo spazio all’avversario salvo recuperare a metà primo set coi milanesi vincenti nel punto a punto finale , nel secondo gioca meglio , ma subisce troppo il servizio dei padroni di casa , dal terzo in poi è un’altra storia con lo Yaka che con Roda sistema ricezione e difesa e gli Yakesi mettono pressione all’avversario e giocano come sa fare portando a casa il terzo e il quarto parziale, e poi nel quinto altro capolavoro malnatese quando sotto 8-5 riesce a ribaltare ancora una volta il risultato con una gran prova di carattere. Allo Yaka si lotta , si reagire , si vince e si cresce

ITA-B2M_YakaVolley-CusVarese-31Taiana parte col sestetto con Botta in palleggio Roncoroni opposto, Tascone e Favaro centrali e Ghilotti Gasparini schiacciatori con Roda libero .

Partenza sprint dei padroni di casa che si portano subito avanti 6-1 forzando al servizio con Taiana che interrompe subito il gioco , ma è sempre l’Argentia prima al break avanti 8-2, Ghilotti forza al servizio , si vede qualche miglioramento , ma il gap scavato all’inizio da Gorgonzola resta alto (11-6) , Botta fa miracoli per tenere su una ricezione che fatica troppo , Roncoroni ci prova (14-10) , ma è ancora l’Argentia prima al break avanti 16-11. Favaro per l’ace del -3 (17-14) con Gasparini che firma il -2 (17-15) e gli ospiti fermano subito il gioco , Gorgonzola si riprende a si porta 21-17 sfruttando anche qualche errore di troppo degli Yakesi , Ghilotti in pipe firma il -2 (21-19) con Gorgonzola che manda fuori la palla del -1 (21-20) e Gasparini tira per il pareggio a 21 , Gorgonzola gioca bene per il 22-21 , entra Abati per Gasparini , Pareggio Yaka a 22 , di nuovo avanti i padroni di casa 23-22 , ma Ghilotti pareggia a 23 con l’Argentia che però è prima al setball 24-23 e va chiudere subito al servizio 25-23.

Nel secondo le 2 squadre cominciano giocando punto a punto fino al 3 pari poi i milanesi si portano avanti 6-3 forzando al servizio , stavolta però gli Yakesi dicono la loro e pareggiano a 6 rischiando qualcosa in più con Gasparini in pipe che porta lo Yaka al break avanti 6-8 , i milanesi pareggiano a 8 le 2 sqaudre ingaggiano un bel punto a punto fino al 13 pari poi ancora i milanesi forzano al servizio (15-13) e sono primi al break 16-13. Ancora il servizio arma in più dei padroni di casa (18-14) , i malnatesi faticano troppo , ma non mollano (21-18) , ma sono i milanesi primi al setball 24-21 , chiudendo il set 25-22.

Terzo set con Gasparini in campo nel ruolo di opposto , l’asse Suraci e Ghilotti in ricezione , confermati Favaro e Tascone al centro, Botta in palleggio e Roda libero. Lo Yaka parte bene per lo -0-3 iniziale che mette i difficoltà i milanesi, Suraci forza dai 9 metri (5-2) con lo Yaka prima al break avanti 5-8, la doppietta a muro di Tascone vale l’8-11 , lo Yaka forza per l’11-14 con Suraci , ma i milanesi fanno quadrato e ancora forzando al servizio pareggiano a 15 e sono primi al break 16-15, Ghilotti di forza pareggia a 16 e a muro lo Yaka firma il vantaggio 16-17, Gasparini opposto per il 16-18 , il muro a uno di Botta vale il vantaggio 17-21 , sale il principe Suraci per la doppietta che vale il 19-23 coi malnatesi primi al setball 21-24 , l’Argentia lo annulla , ma Suraci gioca di polso per la palla della vittoria 23-25.

Botta “di prima” apre il quarto set , con le 2 squadre che giocano alla pari fino al 5 pari, poi sono i milanesi primi al break 8-5, si erge il muro dello Yaka per il -1 (10-9), con Gasparini che sigla il pareggio a 10 e il mani out da manuale del principe Suraci vale il vantaggio 10-11, Suraci dai 9 metri tira e Ghilotti a muro porta lo Yaka al break avanti 12-16. Suraci firma il 15-19 , Favaro per il 16-20 , lo Yaka stringe i denti e vola 18-23 , al servizio va Suraci che tira 2 fucilate che permettono a Tascone di mettere il sigillo sulla vittoria del set 18-25.ITA-CO-B2M_Yaka-LombardaMotoriMI-87

Suraci a muro apre il quinto set con le 2 squadre che giocano alla pari fino al 5 pari poi sono i milanesi a staccare il primo break portandosi 7-5 e sono primi al cambio campo avanti 8-5 , Ghilotti cerca di accorciare (9-6), Suraci (9-7) e Tascone tira per il pareggio a 10 , Gorgonzola si sblocca (11-10) , pareggio a Yaka a 11 e vantaggio 11-12 con Botta e il muro di Gasparini vale l’11-13 e l’ace di Botta porta lo Yaka al setball 11-14, e lo Yaka non trema e ancora una volta muro con Gasparini e Tascone chiude il set 11-15.

A fine match Pietro “mano di pietra” Ghilotti , da tanto aspettava di tornare a giocare dopo l’infortunio che l’ha messo ko nello scorso campionato, dichiara: “Era tanto tempo che aspettavo di tornare in campo e giocare una bella partita. Questa sera in un palazzetto così gremito , stare sotto 2 a 0 e andare a vincere al quinto è una bellissima soddisfazione. Sapevano che loro erano in un ottimo momento di forma , noi abbiamo fatto fatica troppo in ricezione , ma dal terzo siamo riusciti subito a reagire e li abbiamo messi sotto pressione anche noi al servizio , poi abbiamo guadagnato fiducia e nel finale caricati dall’entusiasmo siamo riusciti a vincere”.

TABELLINI

U.S. Argentia Gorgonzola 2 – Yaka Volley Malnate 3

Parziali set: 25-23, 25-22, 23-25, 18-25, 11-15

Yaka Volley : Botta 5, Roncoroni 4, Tascone 11, Favaro 12, Gasparini 14, Ghilotti 11, Roda (L) , Abati, Berton, Suraci 11, N.E. Gandini, Bottinelli

Allenatori: Fabio Taiana – Renato Manfron

Argentia Gorgonzola: Lozzi, Sirtori 17, Ceriani 6, Genovese 14, Di Nardo 7, Maccabruni 14, Villa (L),

Cornaro 2, Vergani, Salmeri, Dossi 4, N.E. Gravellini , – assente: Ardizzi

Allenatori: Guido Malcangi – Francesco Salmeri

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 28 febbraio 2016. Filed under Sport. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *