Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

L’attrice Elisabetta Pellini al Centro Gulliver da Don Michele Barban

Milani, Barban, Pelini

Milani, Barban, Pelini

VARESE, 16 marzo 2016– Ieri c’è stato un incontro importante al Centro Gulliver: Don Michele Barban fondatore e Presidente del Centro Gullier ha incontrato l’attrice varesina Elisabetta Pellini, accompagnata da Sonia Milani, titolare dell’agenzia 23&20. L’incontro è durato circa 1 ora e mezza e verteva sull’organizzazione del 30^ anniversario del Centro Gulliver. Al termine dell’incontro, una sorridente Elisabetta Pellini racconta: “Oggi ho conosciuto Don Barban, un uomo di grande intelligenza, carisma e sensibilità. Ho scoperto le attività del Centro Gulliver in tutte le loro sfaccettature e non posso che essere entusiasta ed onorata di fare da Testimonial ai suoi 30 anni nel territorio Varesino. Devo ringraziare Sonia Milani per avermi coinvolta in questa avventura, perché ho scoperto una realtà che mi ha da subito interessata ed appassionata. E, poi, Varese resta sempre la mia città ed ogni realtà del territorio mi è particolarmente cara!”

Ed io voglio ringraziare di cuore Elisabetta – interviene Don Barban – per aver accolto il nostro invito a questo incontro ed averci raggiunto da Roma per ascoltare ciò che avevamo da raccontare. E oggi non posso che essere soddisfatto di saperla parte della nostra squadra! Sul Centro Gulliver ci sono ancora tante ‘riserve’, ma noi abbiamo la voglia di farci conoscere dalla gente e di far capire ai nostri concittadini quanto siano importanti le relazioni e quanto la comunità sia necessaria per il processo riabilitativo da una dipendenza e per restituire autostima. Questi festeggiamenti saranno il pretesto per avvicinare Varese al Centro Gulliver ed Elisabetta Pellini sarà il volto di questo trait d’union.

image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 16 Marzo 2016. Filed under Sociale,Varese,VARESE. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.