Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

I bambini delle scuole dell’Alto Milanese alla scoperta del canale Villoresi

image_pdfimage_print

foto 9 turbigoMILANO, 20 aprile 2016 – Prima i bambini della Scuola Materna ‘Asilo Infantile Ente Morale’, poi quelli della Scuola Primaria di Turbigo. Il Presidente del Consorzio ETVilloresi, insieme al Sindaco Christian Garavaglia e all’Assessore Fabrizio Allevi, ieri mattina, hanno incontrato gli studenti delle scuole del paese presso il Nuovo Teatro Iris di via Roma, dove è ospitata da sabato scorso, la mostra consortile itinerante Acquachefà. E’ stata questa l’occasione per illustrare ai più piccoli il ruolo strategico del Consorzio, delle sue attività e della multifunzionalità dell’acqua. Attraverso le parole del Presidente Folli e grazie al contributo di alcuni video, i più piccoli sono stati introdotti nel ‘mondo’ del Villoresi, un ente che si estende su sette province, con una superficie complessiva di quasi 280 mila ettari e che gestisce una ricca e complessa rete idraulica con le acque distribuite tramite il Canale Villoresi e i Navigli. “ETVilloresi – ha rimarcato Folli –  pone da sempre grande attenzione al rapporto con le scuole. Riceviamo numerosissime richieste, da parte di Istituti di ogni ordine e grado, di poter visitare i nostri impianti e, da quando abbiamo inaugurato la mostra Acquachefà lo scorso giugno in Darsena a Milano, abbiamo avuto riscontri molto positivi, da parte dei Comuni che la ospitano, proprio in relazione all’interesse suscitato tra le scuole. Illustrare alle nuove generazioni i compiti del Consorzio, spiegare loro le molteplici funzioni dell’acqua, per lo sviluppo territoriale, in chiave ambientale, energetica e turistico culturale, è un contributo importante nella costruzione di una cittadinanza consapevole e responsabile rispetto alla fruizione dei luoghi e dei paesaggi del nostro bel territorio”.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 20 aprile 2016. Filed under PROVINCIA. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *