Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Riflessioni: “Politica e antipolitica”

VARESE, 28 giugno 2016- di EMILIO CORBETTA-

Umberto Bossi (foto Luca Bruno)

Umberto Bossi (foto Luca Bruno)

Presupposto: la persona intelligente può giocare a fare il cretino; il cretino di base non può fare la persona intelligente. E’ un assioma lapalissiano molto conosciuto.

Da qualche decennio nella politica italiana si crede che, enunciando cretinate con voce stentorea, queste vengono trasformate in detti intelligenti. Purtroppo lo credono anche giornalisti all’eterna caccia dello “spot”, specialmente quelli che affollano i mass-media televisivi. Vengono propagate, enfatizzandole esageratamente, stupidaggini piuttosto che insistere su notizie o discorsi intelligenti, col risultato di far apparire molto basso il livello culturale dei politici. E’ ovvio: il peggio brilla più del normale, del meglio.

Ci sono stati momenti in cui il fondatore di un coreografico movimento politico sorto sulle colline nostrane, visto il successo divulgativo, enunciava spiritosaggini, magari accompagnate da gesti osceni, e sulle TV nazionali appariva come il più originale e innovativo politico, ma sciocchezze erano e sciocchezze rimanevano, mentre dalla controparte un segretario di partito si sentiva costretto a controbattere con” gelidi” detti popolari.

Ora i tempi ed i costumi sembrano cambiati, ma non troppo.

Voci baritonali o voci da contralto urlano sempre scempiaggini che vengono ora definite “antipolitica”, cioè il contrario di quello che prima era creduto “politica”, col risultato di confondere banalità spaventosamente squallide con enunciati di buon senso. Tutti costoro si ritengono alti strateghi di dialettica anti politica.

La cosa ha comunque grande successo, tanto che perfino oltre oceano ci stanno imitando

E il povero cittadino italiano? Sospira amaramente e cerca di scrollare dalla sue robuste spalle tutte quelle verbosità, confidando nella sua grande pazienza e sperando in un futuro ritorno di saggezza, nonchè in politici nuovi … ma sarà dura. Non gli resta che consolarsi ricordando i discorsi degli statisti del buon tempo antico sui quali studenti elaborano le loro tesi di laurea e saggisti le loro pubblicazioni.

redazione@varese7press.it

 

 

image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 28 giugno 2016. Filed under POLITICA,Varie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *