Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Matteo Golzio nuovo coordinatore cittadino del Movimento Studentesco Padano

image_pdfimage_print

DSC_8138VARESE, 4 aprile 2016- Gli studenti padani della provincia di Varese si sono trovati oggi nella storica sede del Carroccio per parlare del loro movimento e della situazione delle scuole provinciali.

Durante questo incontro sono emerse delle criticità riguardanti l’edilizia scolastica e problemi gestionali della scuola pubblica. La riforma che Renzi tanto acclamava non ha avuto gli effetti desiderati, i fondi alle scuole sono sempre insufficienti, i corsi continuano a chiudere e le offerte formative sono sempre più scadenti.

Ne è un esempio il caso dell’istituto Isis Newton di Varese, il quale a seguito di una manifestazione degli studenti, che protestavano contro la decisione della Provincia di Varese e dell’ ufficio scolastico territoriale di eliminare i loro laboratori per far spazio a classi dell’Istituto Einaudi, ha provocato tantissimo scalpore sulla stampa locale di Varese. A seguito di tutti questi eventi noi del Movimento Studentesco Padano ci presenteremo con un volantinaggio fuori dai vari istituti della provincia.

Nella riunione è anche avvenuto il passaggio di coordinamento provinciale tra l’ormai coordinatore Stefano Angei, passato al coordinamento dell’MSP Lombardia e il neo eletto coordinatore MSP provinciale di Varese Matteo Golzio. Angei si dice soddisfatto del passaggio di ruolo e augura un buon lavoro al suo successore. Golzio ricorda che l’MSP è l’unico movimento studentesco presente a livello territoriale e si impegnerà per continuare il buon operato e rafforzare la struttura a livello territoriale.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 4 aprile 2016. Filed under Varese,VARESE. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *