Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

L’ultimo saluto a Cesare Maldini martedì alla Basilica di Sant’Ambrogio

Cesare con il figlio Paolo (foto gazzetta.it)

Cesare con il figlio Paolo (foto gazzetta.it)

MILANO, 4 aprile 2016- La città di Milano e i tifosi del Milan sono pronti a dare l’ultimo saluto a Cesare Maldini. I funerali saranno celebrati alle 11 di martedì 5 aprile, nella basilica di Sant’Ambrogio.

Una cerimonia pubblica a cui prenderanno parte tantissime personalità del mondo dello sport nazionale e non solo. Berlusconi ha confermato che sarà presente: “Io il ricordo di Cesare ce l’ho da semplice tifoso. Con quel Milan che nel ’63 vinse per la prima volta la Coppa dei Campioni. Credo che sia un ricordo, un’immagine che ogni tifoso del Milan ha”, ha detto Berlusconi.

Il comune di Milano, che già sta cercando un luogo da dedicargli – potrebbero essere i giardini davanti a San Siro – ha già annunciato che lo ricorderà prima della finale di Champions.

“Se ne è andato un pezzo della storia di Milano, non solo calcistica – ha dichiarato Chiara Bisconti assessora allo Sport – Cesare Maldini è stato uno dei grandi signori del calcio, un capitano indimenticabile. Con Giacinto Facchetti ha segnato un’epoca, anni in cui la nostra città conquistava trofei in tutto il mondo. È stato il primo giocatore di una squadra milanese ad alzare la Coppa Campioni. Per questo lo ricorderemo nelle iniziative che accompagneranno l’arrivo della Champions in città per la finale del 28 maggio prossimo. Tutto lo sport milanese si unisce alla famiglia in questo giorno di lutto”.

 Intanto, la famiglia Maldini ha ringraziato tutti per l’enorme testimonianza di affetto ricevuta per la scomparsa. (milanotoday.it)

 

image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 4 aprile 2016. Filed under Cronaca,MILANO,Sport,Varie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *