Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Ci scrivono: “Il punto vendita Tigros di Busto Arsizio non ha colonnine di ricarica come prevede la legge”

coloVARESE, 10 aprile 2016– Buongiorno direttore,

un anno fa Le avevo scritto per fare i complimenti a Tigros: nel punto vendita di Besnate (allora appena inaugurato) sono state installate 3 colonnine di ricarica per i veicoli elettrici dei clienti.

Ora, mi vedo costretto a ridimensionare quei complimenti: faccio riferimento al nuovo punto vendita aperto a Busto Arsizio a dicembre 2015. Con rammarico riscontro la totale assenza di colonnine di ricarica.

Mi domando come mai?

Credevo che l’iniziativa di Besnate fosse l’inizio di un sostegno alla mobilità sostenibile da parte di Tigros, che tra l’altro è imposto dalla legge nazionale, puntualmente recepita dalla legislazione di Regione Lombardia.

A tal proposito vorrei far presente che la Legge 7 agosto 2012 n. 134 – Capo IV, art. 17 quinquies dispone, al fine di garantire in tutto il territorio nazionale livelli minimi uniformi di accessibilità al servizio di ricarica dei veicoli, che entro il 1 giugno 2014 i Comuni adeguassero i loro regolamenti edilizi.

Tale adeguamento avrebbe dovuto comportare che, con decorrenza dalla medesima data, ai fini del conseguimento del titolo abilitativo edilizio fosse “obbligatoriamente prevista, per gli edifici di nuova costruzione ad uso diverso da quello residenziale con superficie utile superiore a 500 mq e per i relativi interventi di ristrutturazione edilizia, l’installazione di infrastrutture elettriche per la ricarica dei veicoli idonee a permettere la connessione di una vettura da ciascuno spazio a parcheggio coperto o scoperto e da ciascun box auto, siano essi pertinenziali o meno, in conformità alle disposizioni edilizie di dettaglio fissate nel regolamento stesso”.

L’emendamento al regolamento avrebbe infine dovuto stabilire che le infrastrutture, anche private, destinate alla ricarica dei veicoli alimentati ad energia elettrica costituissero opere di urbanizzazione primaria, realizzabili su tutto il territorio comunale in regime di esenzione dal contributo di costruzione.

Spero sia solo una dimenticanza, e che i funzionari Tigros possano leggere questo mio intervento e porre rimedio.

La ringrazio per la Sua ospitalità e le porgo cordiali saluti.

Aldo Dalla Valle

Ps. Tutti i comuni della ns provincia hanno tempestivamente adeguato i regolamenti edilizi, come richiesto dalla legge? Quante concessioni sono state autorizzate a partire dal 1 giugno 2014? Chi ha il compito di verificarle nel merito?

image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 10 aprile 2016. Filed under Lettere Al Direttore,Varese,VARESE,Varie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *