Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Mondiali di Canottaggio a Varese: conclusa la prima giornata. Tra i protagonisti la varesina Federica Cesarini

Federica Cesarini

Federica Cesarini

VARESE, 15 aprile 2016- Prima giornata di confronti e prime 55 gara a Varese per tappa d’apertura della Coppa del Mondo di Canottaggio che da oggi a domenica, grazie alla regia del Comitato Organizzatore Eventi Remieri Internazionali Varese, composto da Comune di Varese, Provincia di Varese, Federazione Italiana Canottaggio, Canottieri Varese con il contributo di Regione Lombardia, vede protagonisti alla Schiranna 530 atleti in forza a 47 nazioni sulla strada per le Olimpiadi di Rio de Janeiro.

Il campo vede subito protagonisti i varesini: la ventottenne Sara Bertolasi, oggi tesserata per la Canottieri Lario dopo esser cresciuta proprio alla Canottieri Varese, e la diciannovenne Federica Cesarini (Canottieri Gavirate) superano brillantemente il proprio turno. Bertolasi accede in semifinale assieme alla trevigiana Alessandra Patelli dopo aver vinto la batteria del 2 senza femminile mentre Cesarini è subito promossa alla finale del singolo Pesi Leggeri dopo il secondo posto. Sara scende in acqua domani alle 13, Federica affronterà il proprio impegno alle 15:30. Sempre attesa per il terzo varesino, Pierpaolo Frattini, che chiuderà il programma della Coppa del Mondo essendo l’otto, la sua specialità, già in finale. “Gareggiare alla Schiranna è per me sempre una gioia perché intorno a me vedo tanti volti amici. Questo potrebbe responsabilizzarmi ma so che loro sono semplicemente felici di vedere una vogatrice di Varese – spiega Bertolasi – Il Comitato Organizzatore è un team che lavora molto bene ed è attento ai dettagli. Ottimi sia accoglienza sia lavoro dei volontari e poi, naturalmente, la location: per me qucanottaggio_varese_1504_2esta prova di Coppa del Mondo è importante verso l’ultimo appello per la qualificazione olimpica programmato tra poco più di un mese in Svizzera a Lucerna”. Domani, alle 10:05, finale di consolazione per l’ivoriano Riccardo Bouhei nel “suo lago”, poiché qui si allena sotto le attente direttive di coach Gabriele Martinato. Due prove di grande generosità non sono sufficienti al più giovane atleta della competizione, nato nel 1999, per andare in semifinale. “Ottima esperienza” dice Martinato.

Grande lavoro su tutto il campo alla Schiranna. In acqua e a terra. Paolo Santopolo, responsabile risorse umane del Comitato Organizzatore, sottolinea il valore globale della squadra. “L’apporto dei nostri volontari è fondamentale. Abbiamo i ragazzi del progetto alternanza “Scuola Lavoro”, realizzato in collaborazione con il Miur. Sono 307, tutti molto giovani e

La coppia azzurra Bertolasi-PLatelli

La coppia azzurra Bertolasi-Platelli

appartenenti a 20 istituti superiori, e stanno svolgendo un lavoro straordinario con grande entusiasmo, cortesia e disponibilità. Insieme a loro, operano i nostri volontari senior, reclutati sia Canottieri Varese sia tramite i media locali. Abbiamo ricevuto richieste addirittura superiori alle nostre esigenze”. In piena attività anche il settore dedicato alla sicurezza, come spiega Alessandro Bianchi, coordinatore operativo dei soccorsi Croce Rossa Italiana. “Siamo presenti sul campo di regata di Varese con un gran numero di risorse sia in acqua che a terra. Possiamo garantire assistenza per ogni tipo di emergenza, grazie anche ad un particolare dispositivo che ci permette di lavorare al  meglio. Merito anche del nostro personale specializzato, in questi tre giorni oltre 200 persone: abbiamo dato grande importanza alla formazione attraverso incontri con gli organizzatori e i tecnici della manifestazione sia per gli operatori in acqua sia per i soccorritori di terra. Una maglia di comunicazione ben definita attraverso un canale direttivo, uno operativo e uno per i soccorsi in acqua garantisce la massima attenzione e l’immediata risposta a qualsiasi evento dovesse verificarsi”.

Nicoletta Gnocchi, addetta all’area Atleti, spiega che “per questioni di sicurezza l’area è dedicata agli autorizzati: mi piace evidenziare i sorrisi riservati da vogatori e vogatrici ai nostri volontari nonostante la normale tensione pre o la stanchezza post gara. Evidentemente il loro sostegno è riconosciuto e apprezzato”. Sono 81 i media accreditati, in numero decisamente superiore alla prima prova di Coppa del Mondo di Bled 2015. “La gestione dei media è fondamentale e il nostro obiettivo è quello di rendere più semplice il loro lavoro – spiega il responsabile della sala stampa Alessio Montin – Anche quest’anno abbiamo allestito un Media Centre completamente attrezzato sia internamente sia esternamente, in tribuna, dove è possibile guardare l’arrivo di tutte le gare. Tutte queste zone sono provviste di WI-FI”.

La FISA decide, a causa delle avverse condizioni meteo previste per domenica pomeriggio, di modificare il programma gare di sabato e di domenica. Le finali A e B degli eventi internazionali si terranno sabato canottaggio_varese_15042016_1pomeriggio, mentre le finali A e B della Coppa del Mondo sono anticipate a domenica mattina. Il via alle gare domani è previsto alle 10 con le finali di consolazione, seguite (inizio 10:45) dai recuperi delle specialità non olimpiche. Si riprende alle 13 con le semifinali e i recuperi delle specialità olimpiche, mentre le prime medaglie saranno assegnate dalle 15:30 alle 15:50 in occasione delle finali del singolo pesi leggeri femminile e maschile del due senza leggero maschile (i tre eventi internazionali del programma) Domenica si parte con le finali B alle 9: la prima (2 senza femminile) delle 14 finali in barca olimpica inizierà alle 10:03 mentre il programma si concluderà alle 13:18 con l’otto maschile. I biglietti avranno un costo pari a 10 euro a giornata mentre chi desidera esser presente sia per le semifinali sia per le finali potrà acquistare uno speciale abbonamento a 15 euro.

Domani sera, alle 19:30 presso Hotel Villa Borghi a Varano Borghi, si terrà la Nations Dinner dedicata ai rappresentanti delle 47 nazioni e alla FISA. Per tutti loro, la possibilità di assaggiare prodotti come, ad esempio, i formaggi misti delle valli luinesi. A Varese, sempre durante la cena di gala, verrà assegnato anche il prestigioso “Parmigiani Spirit Award”. La studentessa universitaria americana, Kirsten van Fossen, riceverà l’ambito riconoscimento promosso da FISA per aver portato i valori del canottaggio nella vita sociale, accademica e sportiva. Van Fossen sarà premiata con un orologio Parmigiani e un otto nuovo firmato Filippi.

 

 

 

 

 

 

 

image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 15 aprile 2016. Filed under Sport,Varese,VARESE,Varie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *