Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Football americano: I Rhinos in fuga nel loro girone

image_pdfimage_print
Rhinos (foto Luca

Rhinos (foto Mara Teandro)

MILANO, 18 aprile 2016- Nel Girone Nord di Prima divisione  al giro di boa c’è una sola squadra autrice di una vera e propria fuga che la vede a 3 vittorie di distanza dalle seconde: i Rhinos. Secondi a 2 vittorie i Panthers sconfitti a Milano, insieme a Seamen e Giaguari fermi per questo turno. Seguono i Giants che conquistano la prima vittoria a Bergamo e Lions in ultima posizione.

A Sud, nell’attesa dello scontro diretto, Dolphins e Marines conducono con un tabellino ancora immacolato. In piazzamento Playoff anche Aquile e Guelfi che non sono scese in campo, mentre Grizzlies e Warriors chiudono la classifica.

Rhinos Milano 56-47 Panthers Parma

Lions Bergam 14-31 Giants Bolzano

Warriors Bologna 0-28 Dolphins Ancona

Marines Lazio 44-14 Grizzlies Roma

II DIVISIONE

Giornata di recupero in II Divisione. Gli Hogs, campioni in carica, vincono nuovamente e confermano la striscia perfetta come anche i Cavaliers e i Blue Storms. Nuova vittoria anche per i Frogs.

Hogs Reggio Emilia 47-16 Daemons Martesana

Cavaliers Castelfranco 32-8 Muli Trieste

Blue Storms Busto Arsizio 26-7 Crusaders Cagliari

Hammers Monza Brianza 16-33 Frogs Legnano

III DIVISIONE

Giornata di scontri al vertice in III Divisione. I Briganti vincono la sfida con i Mad Bulls per la leadership del proprio girone. Stesso risultato per gli Hurricanes che in trasferta superano i Celtics.

Sentinels Isonzo 53-6 Mexicans Pederobba

Sirbons Cagliari 56-3 Etruschi Livorno

Thunders Trento 19-8 Redskins Verona

Aquile Ferrara 2 0-60 Ravens Imola

Celtics Dolomiti 16-25 Hurricanes Vicenza

29ers Alto Livenza 0-41 Islanders Venezia

Steelers Terni 43-0 Minatori Cave

Briganti Napoli 34-13 Mad Bulls

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 18 aprile 2016. Filed under Sport. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *