Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Andrea “cucchia”Ernesto in tour con il nuovo album “Diary of a kid”

Andrea Innesto Cucchia dVARESE, 18 aprile 2016-Dal 22 aprile Andrea Innesto Ensemble sarà in tour per presentare l’album DIARY OF A KID con uno spettacolo che è un percorso nella storia della musica dagli anni ’40 ad oggi, arricchito da proiezioni di immagini, ricordi, estratti da serie televisive, pubblicità, spettacoli, riconoscibili a tutti.

Il gruppo è formato da: Andrea Innesto (sax e voce), Pippo Guarnera (tastiere), Serenella Occhipinti (voce, ex Taglia42),Ariane Diakite (voce), Frank Nemola (programmazione, tastiere), Andrea Taravelli (basso).

Il disco di Andrea Innesto “Cucchia”, sassofonista e vocalist emiliano, noto ai più per le numerose collaborazioni con grandi artisti (Vasco Rossi, Loredana Bertè, Ornella Vanoni, Gianni Morandi, Steve Rogers Band)  è già nei migliori negozi di dischi e disponibile su tutti i digital store e piattaforme di streaming.

E’ anche in rotazione radiofonica il primo singolo “E’ La Melodia che porta Alì”, un brano latin jazz con un mix di sonorità mediorientali e mediterranee, unico brano in italiano del disco.

Diary of a Kid rende omaggio ai brani che hanno influenzato il musicista, con riferimenti al mondo musicale d’oltreoceano ma con attenzione anche ai suoni e ritmi mediterranei.

E’ un progetto di grande contaminazione negli stili e si rifà principalmente alla cultura Afroamericana con radici nel linguaggio Blues, influenze be-bop, supportato da ritmiche funk, latin jazz ed afro, con alcune influenze pop rock. Contiene 10 tracce, che in alcuni casi potremmo definire ‘quadri sonori’, otto inediti e due cover: Drive My Car dei Beatles e Winelight di Grover Washington Jr.

“Il “Diario di un bambino” è un racconto musicale cronologico composto da alcuni grandi classici del jazz rivisitati e da canzoni nuove inedite. Il disco contiene anche alcune composizioni che ascoltavo da bambino, il ricordo di musiche che hanno formato il mio universo sonoro e definito le mie preferenze musicali. –racconta Andrea Innesto – Un percorso che parte dagli anni 1940, periodo storico di grande inventiva musicale, fino ad arrivare ai giorni nostri. Vuole essere un tributo simbolico e riassuntivo a quei personaggi che nel secolo scorso hanno rivoluzionato il linguaggio musicale attraverso le loro composizioni ed esecuzioni e, di conseguenza, condizionato la crescita musicale di ognuno di noi.”

DIARY OF A KID è frutto di un lavoro di qualche anno, in  cui Andrea Innesto ha sviluppato il concept ed effettuato le necessarie ricerche storiche, e contiene otto nuove composizioni originali oltre a due cover di famosi brani internazionali. Registrato tra Stati Uniti (Studio City Sound di Los Angeles), Germania e Italia, è stato prodotto in collaborazione conLujiendo, ed arrangiato dallo stesso Andrea Innesto con Pippo Guarnera. La maggior parte del lavoro è stata realizzata a Bologna, nel suo home studio Chicken Shack, e Faenza, LP studio Recording di Andrea Lujiendo Ventrucci. Le collaborazioni sono molteplici, dallo stesso Pippo Guarnera al pianoforte e hammond, l’americano Matt Laug, Giacomo Scheda eFrancesco Bonazza alla batteria, Claudio “Gallo” Golinelli al basso, il chitarrista Christian Cicci Bagnoli e il californiano Stef Burns alle chitarre, il polistrumentista cubano Daniel Martinez Labana alle chitarre ritmiche, le voci sono della bella Ariane Salimata Diakite e dello stesso Andrea Innesto.

Tracklist: (Intro FX), Transition, Tu Eres Yo, Be The Body Booh, Drive My Car, Get Funky With The Beat, Winelight, I Want To Say Good Bye, E’ La Melodia Che Porta Alì, Rebirth,Traditional Kid.

Andrea Innesto, spinto dalla passione che il padre (solista cantante di musica leggera) gli ha trasmesso fin dall’infanzia, studia flauto traverso dall’età di 11 anni con Marino Serrazanetti, professore diplomato al Conservatorio Santa Cecilia di Roma.

Inizia la sua attività da professionista al Bandiera Gialla e, nel corso di trent’anni, collabora con molti artisti italiani tra i quali Patty Pravo, Loredana Bertè, Ornella Vanoni, Gianni Morandi, Steve Rogers Band e molti altri, fino ad arrivare a Vasco Rossi, con il quale collabora in veste di vocalist e sassofonista dal 1985. Partecipa in qualità di sassofonista-attore al Road Movie Rai/Warp “Eldorado” sulle strade dell’Australia. Negli ultimi anni parallelamente alla carriera di musicista, inizia a prendere forma il nuovo progetto solista “Diary of a Kid” – che è stato anticipato dal brano “E’ la Melodia che porta Alì” – pubblicato da Ultratempo.

 

image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 18 aprile 2016. Filed under Musica. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *