Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Andrea Civati capolista Pd: “Sono io l’anti Maroni”

ajaxmailVARESE, 19 aprile 2016- Lunedì sera al Twiggy il consigliere comunale del Pd Andrea Civati ha presentato ufficialmente la sua candidatura come capolista alle prossime amministrative di Varese. Per farlo ha deciso di puntare su un tema importante su cui si è speso molto in questi cinque anni in consiglio comunale: il tema della mobilitá e della viabilità cittadina. Hanno partecipato l’assessore alla mobilità del Comune di Milano Pierfrancesco Maran e il candidato sindaco del centrosinistra Davide Galimberti. L’occasione è servita per fare il punto della situazione e per confrontarsi su quelle che saranno le sfide future per la città di Varese prendendo spunto da quanto fatto nel capoluogo lombardo.
Però la notizia di giornata è la conferma di Maroni come capolista della Lega Nord. E Civati non esita a proporsi come l’”anti-Maroni”: “Personalmente sono orgoglioso e onorato che il Partito Democratico mi abbia scelto come capolista. Non sono stato Ministro e non sono presidente di Regione. Ho trent’anni e molto semplicemente negli ultimi anni mi sono impegnato per la mia città. Se la Lega ha bisogno di Maroni vuol dire che non è convinta di farcela”.

Pierfrancesco Maran, uomo simbolo della Giunta Pisapia, sottolinea le analogie con il capoluogo: “Varese mi ricorda Milano cinque anni. Noi eravamo il simbolo del centrodestra, voi del leghismo. Ormai il PD è un’alternativa credibile e sono certo ci troveremo a festeggiare insieme”. E sul modello milanese di mobilità dice: “Tutto è cambiato quando abbiamo smesso di confrontarci con Roma sulla mobilità. Ora guardiamo a Londra e alle altre capitali europee. E i risultati si vedono: l’uso dei mezzi pubblici è aumentato del 7%, il traffico veicolare è calato. Si sono sviluppati nuovi modi di muoversi come il bikesharing che è passato da 5mila a 20mila prelievi giornalieri”.
“Varese è immobile su questo campo – dichiara il candidato sindaco Davide Galimberti – . Sono anni che viviamo con gli stessi problemi legati ai parcheggi e il trasporto pubblico locale senza che la Giunta Fontana abbia dato soluzioni concrete. Nei prossimi cinque anni si dovrà rimettere mano seriamente al piano della mobilità e rivedere complessivamente il settore non sempre efficiente. Inoltre bisognerà trovare una soluzione urgente ai disagi che si registrano all’imbocco dell’ingresso in città  – conclude -. Di sicuro quanto accade oggi non é il miglior biglietto da visita per Varese”. 

Sulla stessa linea Civati: “Come si muovono le persone definisce la città: pensiamo a come è cambiata la zona di Piazza Giovine Italia dopo la pedonalizzazione che il PD in primis ha proposto. Può essere fatto molto di più: più piste ciclabili, più mezzi pubblici, più tecnologia nel pagamento della sosta“. Civati sottolinea anche qualche “meno”: “Sicuramente meno autostrada: Varese è l’unico capoluogo che vede un’autostrada sbucare in centro città. Dobbiamo risolvere quel nodo che blocca la città incentivando e potenziando le uscite alternative di Buguggiate e di Viale Europa. Non è impossibile pensare che in un futuro quel tratto possa essere chiuso”. 

A chi fa notare i costi di questi interventi Civati risponde: “Non è vero che la scarsità di risorse economiche rende tutto impossibile. A Varese non mancano le risorse ma le idee. Prendete il Comune di Pesaro che ha investito 26 milioni di euro in un piano di ciclabilità finanziato da Regione e Europa”.
image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 19 aprile 2016. Filed under POLITICA,Varie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *