Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

“Stanziati fondi per nuovo Day Center all’Ospedale di Circolo”, Maroni oggi all’inaugurazione nuova Psichiatria

image_pdfimage_print
Taglio del nastro nuova psichiatria

Taglio del nastro nuova psichiatria

VARESE, 22 aprile 2016- di GIANNI BERALDO-

<<Questa è l’occasione giusta per comunicare che abbiamo stanziato 190 milioni di euro per l’edilizia sanitaria dei quali 16 saranno destinati alla realizzazione del nuovo padiglione Day Center 2 che sorgerà all’interno dell’ospedale di Circolo di Varese>>, una bella notizia che il presidente della Regione Roberto Maroni ha comunicato oggi pomeriggio prima del taglio del nastro per l’inaugurazione del  padiglione di psichiatria, completamente ristrutturato con lavori che inizialmente avevano creato non poche polemiche per via di alcuni appalti poco

Targa Babibi-Cattaneo all'ingresso del nuovo Cup

Targa Babini-Cattaneo all’ingresso del nuovo Cup

chiari.

Day center che sorgerà nel grande edificio a sei piani che ospitava tra gli altri anche il reparto di geriatria. Vecchio palazzone non più utilizzato da diversi anni, ossia dall’apertura del nuovo monoblocco.

Non è ancora chiaro cosa preveda questo nuovo progetto day center, già approvato dalla commissione tecnica regionale ma che attende lo scontato ok definitivo da Roma, però qualche indiscrezione da parte del direttore generale dell’Asst varesina Callisto Bravi dice che <<al suo interno dovrebbero trovare posto la diagnostica radiologica, ambulatori di ortopedia, un centro prelievi particolare, ambulatori di oculistica e altro ancora in via di definizione>>. Questo quindi farebbe supporre che l’ex padiglione Santa Maria, quello ora occupato dal centro prelievi, cup, ambulatori di ortopedia  e una parte della radiologia, possa essere smantellato.

Maroni il quale, ricordiamo,  attualmente ricopre pure l’incarico di assessore alla Sanità in attesa nominarne uno dopo lo scandalo Rizzi, pare a suo agio nell’ospedale cittadino.  Motivo in più per spiegare i nuovi criteri decisionali sui vari investimenti da mettere in atto in ambito sanitario <<un meccanismo molto semplice: si raccolgono pareri, consigli ma soprattutto richieste specifiche da parte dei vari direttori generali delle Asst e Ast territoriali,

Con personale laboratorio analisi

Con personale laboratorio analisi

una commissione tecnica ne valuta la reale esigenza. Una volta ricevuto gli input favorevoli mi attivo per fare arrivare i fondi necessari alla realizzazione delle opere. I soldi non mancano certamente, rimaniamo solo in attesa della concretezza progettale che deve essere utile al cittadino>>.

Dopo l’inaugurazione della Psichiatria, il folto gruppo di persone al seguito tra cui tutti i vertici aziendali e medici sanitari, compresa Paola Lattuada direttore generale Ast Varese e l’ex direttrice amministrativa Maria Grazia Colombo,  il direttore dell’Università dell’Insubria Alberto Coen Porisini, il sindaco Attilio Fontana, il prefetto Giorgio Zanzi e il parlamentare Daniele Marantelli, si è diretto verso il Day center attivo già da qualche mese.

Callisto Bravi con Maroni

Callisto Bravi con Maroni

Grande complesso comprendente l’Ematologia, laboratorio analisi e molti ambulatori come quello di Reumatologia, Endocrinologia e Diabetologia tra gli altri. Day center che da qualche settimana vede pure la presenza del Centro Unico di Prenotazione (Cup) dotato di numerosi sportelli ubicati in grandi e luminosi spazi per il pubblico. Cup alla cui entrata è stata posta una targa dedicata a Babini Cattaneo, grande benefattore varesino che ha contribuito non poco alla crescita di questo ospedale. Targa scoperta proprio in questa occasione alla presenza dei figli e del presidente del Circolo della Bontà Gianni Spartà.

Ma non è tutto. Parlando novità il presidente regionale ha spiegato che 4 milioni e 400mila euro andranno alla edificazione del nuovo Pronto Soccorso dell’Ospedale di Gallarate, mentre per altre novità in vista in ambito accorpamenti o trasformazioni varie, bisognerà attendere il prossimo mese di giugno con l’avvio della seconda fase inerente la nuova riforma sanitaria messa in atto dal primo di gennaio 2016. Tra le varie ipotesi anche quella altamente probabile che l’Asst di Varese possa inglobare pure quella di Busto Arsizio, divenendo a questo punto un’azienda davvero enorme con un vasto bacino di utenza da gestire. Criticità comprese.

Dopo circa due ore il presidente Maroni e il direttore generale Bravi hanno lasciato la comitiva per recarsi all’Ospedale Filippo del Ponte. Una sorta di visita privata per valutare una volta per tutte come prospettare il futuro del nuovo ospedale a “misura di bambino”.

direttore@varese7press.it 

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 22 aprile 2016. Filed under Sanità,Varese,VARESE,Varie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *