Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Vendeva droga a minorenni in Piazza Repubblica: denunciato 53enne italiano

image_pdfimage_print

spaVARESE, 23 aprile 2016- Nelle prime ore del pomeriggio del 21 aprile, la Squadra Volante ha denunciato un cittadino Italiano di 53 anni, per il reato di spaccio di hashish a minorenni.

Un agente, in servizio presso la locale Sala Operativa, ha notato dalla visione delle telecamere

della videosorveglianza cittadina, che un uomo già noto alle forze dell’ordine per precedenti specifici, in Piazza Repubblica veniva avvicinato da diversi ragazzi ai quali consegnava un piccolo oggetto in cambio di denaro.

In considerazione di quanto rilevato e della notorietà dello spacciatore in questione, l’operatore ha allertato una pattuglia della volante che, a seguito di uno scambio tra l’uomo ed una giovane, ha fermato immediatamente quest’ultima.

La ragazza, di appena 15 anni, ha consegnato spontaneamente un piccolo quantitativo di hashish, a suo dire pagato con una banconota da 5 euro ed acquistato poco prima in Piazza Repubblica da un soggetto a lei sconosciuto ed incontrato per caso.

Alla luce di quanto appreso, incrociando le immagini registrate con i fatti accertati, gli operatori sono risaliti immediatamente a B.F., il quale risulta essere un importante punto di riferimento del micro spaccio di hashish di piazza Repubblica e più volte denunciato per i medesimi reati.

L’uomo, identificato, è stato sottoposto a perquisizione personale a seguito della quale è stata sequestrata la somma di euro 30, denaro riconducibile all’attività illecita. Lo stesso è stato deferito in stato di libertà per la vendita di sostanze stupefacenti con l’aggravante della cessione a minore.

Sono in corso accertamenti atti a identificare ulteriori acquirenti e fornitori coinvolti nella vicenda.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 23 aprile 2016. Filed under Cronaca,Varese,VARESE,Varie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *