Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Rugby Varese retrocede a testa alta disputando una grande partita contro la prima in classifica

_ VARESE, 25 aprile 2016- A due giornate dal termine viene sancita la fine della Serie B per Varese, che dopo una stagione travagliata con tanti infortuni esce sconfitta sul proprio campo contro la prima in classifica in una delle prestazioni migliori della stagione.

La partita inizia subito bene per Varese che preme bene e difende ordinatamente contro un Parabiago con diversi cambi, ma che mantiene lo scheletro della squadra titolare. E’ al 3’ che si presenta una ghiotta punizione per Varese e Piazza, apertura di giornata(out Affri e Broggi) non sbaglia, Varese 3 – Parabiago 0. Passano 10 minuti dove Varese gestisce bene sia in fase difensiva che offensiva e si presenta ancora una ghiotta occasione da punizione, anche qui Piazza non sbaglia, Varese 6 – Parabiago 0. Altri 12 minuti, ed al 24’ esce per infortunio Lonati ed al suo posto entra Ceaprazaru, con Murgier che viene spostato all’apertura. il neoentrato da nuova spinta alla trequarti, ma la musica non cambia, la mischia spinge, le touche van bene e la trequarti onora le richieste degli allenatori. E’ qui che la mischia su mischia dai 5 metri spinge indietro il pack avversario con Bobbato che può tranquillamente siglare la meta dell’11-0 (Piazza non trasforma).

Parabiago corre ai ripari cambiando due dei tre giocatori in prima linea (Ponti – Fulciniti, Diani – Torri). Da qui cambia la partita, Parabiago comincia a giocare e a far vedere perché è prima in classifica, contro un Varese che comunque difende con ordine e tiene bene gli impatti di Parabiago, difficoltà si notano sul triangolo allargato dove le ali e l’estremo non gestiscono bene il gioco al piede avversario. E’ da un calcio di Varese che parte la meta avversaria, la retroguardia rossoblu crea sempre la superiorità numerica e con cambi di passo e ricicli arriva la prima meta al 26’ di Ceaprazaru, trasformata da Maggioni(calciatore di giornata). Dopo 4 minuti si presenta ancora una punizione favorevole per Varese che viene trasformata da Piazza e porta i biancorossi sul 14 – 7. Ma fino al 40’ è Parabiago che crea e realizza due volte, con l’estremo Schlecht la meta del pareggio e con la mischia da maul quella del sorpasso (14 – 19).

Il secondo tempo parte con una doccia fredda per Varese che dopo il cambio per infortunio alla testa di Sessarego G., al quale subentra Maccagnan, arriva un’altra meta di Parabiago dell’ala Branca che porta Parabiago sul 14 – 24. Ancora girandole di cambi di entrambe le squadre con Parabiago che sigla altre tre mete negli ultimi venti minuti e sul tabellone finisce 19 – 45, con la meta all’ala del neoentrato Rizzotto che sigla la sua prima marcatura in Serie B su un buon passaggio di Bianchi J.

SALA STAMPA

E’ un Galante soddisfatto a metà quello a fine partita: “Sono soddisfatto della prestazione dei ragazzi di quest’oggi, una delle migliori della stagione. Hanno avuto grinta e voglia di portare avanti il pallone contro una squadra prima in classifica che lavora da anni per il salto di categoria. Con oggi viene anche sancita la nostra retrocessione e il ritorno in “purgatorio”, dal quale spero Varese potrà presto uscirne. Credo sia stata una bella esperienza per i nostri ragazzi che hanno avuto l’opportunità di confrontarsi con squadre di un’altro livello rispetto al passato.”

TABELLINI

VARESE: Fulginiti, Di Tullo, Bianchi J., Sessarego S., Zibordi, Piazza, Banfi, Bobbato, Pellumbi, Contardi, Spiteri, Montalbetti, Maletti, Sessarego G., Bosoni. A disposizione: Maccagnan, De Bortoli, De Cecilia L., Caputo, Gallo, Gramaglia, Rizzotto.

PARABIAGO: Schlecht, Branca, Murgier, Coffaro, Chiavegato, Lonati, Castiglioni, Viganò, Gomiero, Maggioni, Lorenzini, Salmoiraghi, Diani, Simioni, Ponti. A disposizione: Polio Martinez, Fulciniti, Canzini, Torri, Coldani, Albero, Ceaprazaru.

 

image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 25 aprile 2016. Filed under Sport. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *