Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Standing ovation per Bob Dylan al Nobel: per lui si è presentata Patti Smith

image_pdfimage_print

Patti Smith ha cantato “A Hard Rain’s a Gonna Fall”

STOCCOLMA, 10 dicembre 2016– Una standing ovation per Bob Dylan nel teatro dei Nobel a Stoccolma. Il cantautore non era presente, ma ha ricevuto una valanga di elogi nella citazione per il premio per la Letteratura.

Gli è stato attribuito per la sua poesia in musica. “Bob Dylan è stato uno shock. Il pubblico che si aspettava canzoni folk, si è trovato davanti ungiovanotto con la chitarra che fondeva il linguaggio della strada e della bibbia in un nuovo elemento che avrebbe fatto sembrare la fine del mondo un replay superfluo”, ha detto Horace Engdahl, che a nome dell’Accademia di Stoccolma ha presentato il premio al cantante assente. Per lui si è presentata la cantautrice americana Patti Smith (altra icona del rock mondiale) che oltre ad avere letto la lettera di ringraziamento per il premio dello stesso Dylan, si è esibita nel brano “A hard rain’s a gonna fall”, una tre le tantissime perle musicali del neo Nobel.  Peccato che Patti Smith si sia bloccata un paio di volte durante l’esibizione per l’emozione “Chiedo scusa sono nervosa”, ha detto rinfrancata da uno scrosciare di applausi compresi quelli dei reali di Svezia.

“All’improvviso tutta la poesia del mondo è sembrata anemica, mentre le parole delle canzoni che i suoi colleghi continuavano a scrivere sembravano come la vecchia polvere da sparo dopo l’invenzione della dinamite”, ha aggiunto Engdahl, osservando che a quel punto la gente aveva smesso di paragonare Dylan a Woody Guthrie e Hank Williams evocando invece Blake, Rimbaud, Walt Whitman, Shakespeare.

L’accademico ha aggiunto che “aver riconosciuto la rivoluzione attribuendo a Dylan il Nobel sembrava al momento audace: ora sembra già ovvia”.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 10 dicembre 2016. Filed under Musica,Spettacoli&Cultura,Varie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *