Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

“Jazz&Remo il Festival”, sul palco dell’Ariston Bruno Santoni e Silvia Aprile

image_pdfimage_print

JAZZ&REMO_QuartettoSANREMO, 28 aprile 2016- Venerdì 29 aprile il Bruno Santori Trio e Silvia Aprile saliranno sul palco del Teatro Ariston di Sanremo (corso Giacomo Matteotti, 212 – ore 21.00 – per info e acquisto biglietti: www.aristonsanremo.comwww.ticketone.it) per presentare JAZZ&REMO il Festival”, il nuovo progetto con cui il Maestro Bruno Santori ha deciso di omaggiare la grande tradizione musicale sanremese, rivisitandola per l’occasione in una inedita veste jazz.

Durante la serata il quartetto accompagnerà il super ospite Michele Zarrillo, che proporrà alcuni dei suoi brani più famosi, riarrangiati in chiave jazz dal Maestro Santori.

«”JAZZ&REMO il Festival” nasce dalla mia amicizia con Silvia Aprile – racconta il Maestro Bruno Santori – Già nel 2009, quando fui direttore musicale del Festival di Bonolis e lei vi partecipava prodotta da Pino Daniele, consideravamo la possibilità di realizzare qualcosa insieme. Io che da quarant’anni dal mio primo Festival in qualche modo, nell’immaginario collettivo, appartengo a questo evento italiano e lei che attualmente viene riconosciuta come una tra le più autorevoli voci del jazz ci siamo incontrati su questo terreno musicale che da qualche tempo stiamo felicemente condividendo. Ora ci aspetta questo elettrizzante progetto di portare alla gente i grandi successi della canzone italiana di tutti i tempi che nella città dei fiori hanno potuto brillare negli anni».

«La sfida che questo progetto porta con sé è il risultato dell’enorme e sincera stima che ci tiene uniti, ci entusiasma, ci diverte, ci stimola continuamente – racconta Silvia Aprile – Il nostro unico obiettivo adesso è il cuore del pubblico. La nostra missione, la nostra speranza è quella di colpirlo, di fargli rivivere ricordi legati alle canzoni, a quegli anni, lasciando che la musica riporti a galla emozioni lontane, ma inevitabilmente nuove».

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 28 aprile 2016. Filed under Musica. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *