Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Il pugile italo marocchino arrestato per terrorismo si allenava in una palestra di Canobbio

Abderrahi Moutaharrik

Abderrahi Moutaharrik

LUGANO, 29 aprile 2016-Gli inquirenti italiani ne sono convinti, il gruppo di aspiranti jihadisti arrestato ieri tra Piemonte e Lombardia era pronto a compiere a breve attentati in Italia per conto Stato islamico. Tutti, compreso Abderrahim Moutaharrik, il giovane pugile italo-marocchino, solito allenarsi nella palestra Fight Gym Club di Canobbio, che stando all’ordinanza di arresto firmata dal giudice per le indagini preliminari “già in passato aveva pensato di agire in tal senso, lamentando tuttavia le difficoltà” di reperire armi e esplosivi.

Nei confronti del 27enne, Berna aveva emanato lo scorso marzo un divieto d’accesso in Svizzera. Una decisione, si legge a pagina 61 dell’ordinanza, che lo aveva “irritato molto”, tanto da spingerlo ad affermare alla moglie, durante una telefonata intercettata dalla polizia, di volersi vendicare dei compagni di palestra ticinesi.

Pronto a colpire a Lugano? Le autorità d’oltre confine minimizzano: questa affermazione è del tutto marginale rispetto all’indagine di terrorismo in corso e alla preparazione di un imminente attacco contro la “capitale dei crociati”.

Contattato dalla RSI, il Ministero pubblico della Confederazione mantiene dal canto suo il più stretto riservo sull’intera vicenda. Quello che è noto, e sono state le autorità italiane a confermarlo, è che la collaborazione tra Berna e Roma c’è stata e continuerà, ma non è dato sapere se un’indagine formale sia stata aperta anche dalle autorità elvetiche.

La presenza a Viganello

Emergono intanto nuovi dettagli sul versante ticinese. Secondo informazioni raccolte dalla RSI, il giovane pugile-operaio era solito fermarsi di tanto in tanto a Viganello, ospitato a casa di famigliari, dove si recava pure in moschea per la preghiera del venerdì.

Detenuto nel carcere milanese di San Vittore, comparirà davanti al giudice delle udienze preliminari lunedì per l’interrogatorio di garanzia.(RSI.CH)

image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 29 aprile 2016. Filed under Cronaca,PROVINCIA,Varie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

One Response to Il pugile italo marocchino arrestato per terrorismo si allenava in una palestra di Canobbio

  1. Pingback: Federbox italiana: “La boxe con i presunti terroristi arrestati non c’entra nulla” | Varese7Press

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *