Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Stefano Malerba: “La legalità è fatta da regole e solidarietà”

VARESE, 30 aprile 2016- Abbiamo inserito la sicurezza della città nel programma di solidarismo municipale, perché crediamo che la solidarietà sia prevenzione.

La solidarietà è anche formativa e culturale. Una intelligente politica di integrazione deve porre attenzione alla persona nel suo complesso: aiutando per i bisogni primari, e trasmettendo le regole della nostra convivenza civile. La legalità è fatta da Regole e solidarietà, non solo da regole.

Regole e solidarietà sono la base della politica della sicurezza. Dobbiamo quindi in uno spirito solidale sostenere e potenziare le attività formative ed informative rivolte all’integrazione affinché i tempi necessari all’apprendimento delle nostre regole sociali siano il più possibile ridotti.

Lo studio di un urbanistica finalizzata al miglioramento della sicurezza deve essere un ulteriore criterio di revisione del PGT. Quella che urbanisticamente viene definita “prevenzione situazionale” è totalmente assente dall’attuale PGT. Per noi la sicurezza della città richiede anche interventi specifici:

un Presidio polizia urbana in Piazza Repubblica

l’ Implementazione dei sistemi di video sorveglianza

il Miglioramento dell’efficienza amministrativa per liberare risorse da destinare al

presidio/sicurezza del territorio

Cooperazione continua con il terzo settore.

Monitoraggio continuo del territorio attraverso la promozione di incontri istituzionali a

cadenza programmata tra rioni / amministrazione e forze dell’ordine.

Lotta  all’accattonaggio professionale legato allo sfruttamento e al malaffare di cui abbiamo già parlato.

Nel PIANO CASA dobbiamo prevedere un’area da destinarsi ad abitazioni con agevolazioni per le forze dell’ordine.

Argomento sempre oggetto della revisione del PGT.

 

image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 30 aprile 2016. Filed under POLITICA. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *