Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Galimberti: “Sarò un sindaco a tempo pieno per recuperare i ritardi della precedente amministraziine”

image_pdfimage_print

Galimberti con il simboloVARESE, 3 maggio 2016- “Io sarò un sindaco h24 perché per recuperare i  ritardi e le occasioni mancate negli anni passati servirà passione, dedizione e soprattutto grande impegno di tempo ed energie. Quando ho deciso di candidarmi sapevo che l’impegno per la mia città sarebbe dovuto essere totale e non avrei fatto questa scelta se non convinto di potermi dedicare al 100% per la città che amo”. E’ questo il commento di Davide Galimberti, candidato sindaco a Varese, in merito all’articolo comparso oggi sul quotidiano La Provincia di Varese nel quale il candidato Orrigoni annuncia che, nel caso fosse eletto, non farebbe il sindaco a tempo pieno per Varese. “Varese non può avere un sindaco a mezzo servizio ovvero mezzo sindaco. La nostra città ha la necessità urgente di ripartire in tanti settori: dal lavoro e dalle imprese, dalla mobilità, dal turismo e dai nostri quartieri. Se vuole farlo la prossima amministrazione dovrà lavorare sodo per farci uscire da una lunga stagione di annunci e pochi fatti”.

Galimberti prosegue: “In merito alle mia proposta che lo stipendio del prossimo Sindaco sarà deciso direttamente dai cittadini ci tengo a precisare che la consultazione che ho in mente sarà on line e totalmente gratuita per le casse del Comune. La valutazione annuale dell’operato del sindaco ci deve essere, i cittadini hanno il diritto di misurare annualmente l’operato del loro sindaco. Prima di fare propaganda gli esponenti di Forza Italia dovrebbe prima capire e comprendere meglio quello che ho detto. A differenza dell’amministrazione attuale noi faremo risparmiare i varesini e ci faremo compensare per quello che veramente faremo. Ma capisco che la mia idea spaventi perché i varesini potrebbero legittimamente applicare lo stesso metodo retroattivamente e quindi chiedere indietro tutti gli stipendi di questi 10 anni per tutte le promesse non mantenute dall’attuale amministrazione”.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 3 maggio 2016. Filed under POLITICA. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *