Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Sport e famiglia, questi i punti principali del programma di Paolo Orrigoni

image_pdfimage_print
Paolo Orrigoni

Paolo Orrigoni

VARESE, 7 maggio 2016 – Varese città della famiglia e dello sport – Varese Concreta. E’ stato presentato questa mattina al Caffè Pirola il programma elettorale per le amministrative del candidato sindaco del centrodestra Paolo Orrigoni. Dieci slide per riassumere i punti principali contenuti nel programma che si può consultare in forma completa sul sito www.paoloorrigoni.it, sui siti dei forze della coalizione oppure si può ritirare all’Infopoint di via Veratti.

“Vogliamo una Varese concreta in tutte le sue attività – ha detto Orrigoni –. Partiamo dalla famiglia, con l’obiettivo di riportare a Varese duemila residenti in cinque anni. La famiglia è linfa vitale per la comunità: ogni assessorato avrà come obiettivo, per quanto riguarda le deleghe di competenza, il miglioramento della vivibilità per le famiglie stesse, dagli asili alla fiscalità, dai parchi alla casa al terzo settore”. Rilevante la parte Sociale e Volontariato, con il progetto di riqualificazione dell’ex Macello per realizzare la Casa della solidarietà e la Banca del tempo. “Vogliamo promuovere un accordo di programma con Regione Lombardia per il progetto di riqualificazione del bene comunale e del quartiere stesso – ha precisato – La zona delle stazioni chiede sicurezza e vitalità. La casa della solidarietà sarà un punto di riferimento per i cittadini bisognosi e per coloro che vogliono aiutare, e sarà destinata alle realtà del terzo settore dove creare una rete operativa e reale. Nel programma c’è poi massima attenzione a tutte le forme di disabilità”.

Sul tema sicurezza, due i fronti: interventi strutturali, come il completamento del progetto dell’Illuminazione pubblica e l’utilizzo della tecnologia Led per il risparmio che potrà portare a nuovi investimenti sugli stessi impianti, ed interventi organizzativi con la polizia locale. “Portiamo avanti il buon lavoro fin qui proposto – ha continuato Orrigoni -. Altro tema l’ambiente e la mobilità: proponiamo incentivi alla riqualificazione urbana senza consumo di suolo. La crescita, se ci sarà, sarà solo in altezza. Realizziamo la Gasparotto Borri, un intervento sano per migliorare l’accesso critico a sud, per raggiungere ospedale e università. E poi crediamo nella mobilità elettrica come visione per il futuro”. Per il lavoro, le imprese ed il commercio, “il punto principale è la sburocratizzazione, con la diminuzione del numero di pratiche”. “Sosteniamo poi il commercio e valorizziamo l’essere una città di confine, con il 3,6 per cento di persone che lavora fuori confine”.

Sullo sport “investiremo 5 milioni negli impianti esistenti: certo, una cifra importante per le ristrettezze di bilancio, ma vogliamo prenderci un impegno concreto e forte. Lo sport rappresenta i valori dell’educazione della coesione, e lo sport è uno stimolo al turismo. Per quest’ultimo e per la cultura, i progetti di piazza Repubblica e la valorizzazione del Sacro Monte sono importanti. Vogliamo fare anche una Notte bianca della cultura per portare anche da fuori Varese eccellenze meritevoli di attenzione. Vogliamo anche portare avanti un progetto unico direi per le caratteristiche ambientali della zona, un collegamento attraverso bici elettriche che unisca il lago al Sacro Monte. Ricordiamo anche i giovani, con spazi per le start up in piazza Repubblica, facendo emergere innanzitutto le idee e dando fiducia ai giovani. Promuoviamo un confronto costante con università e scuole, non per interferire sui programmi ma per dare servizi e attività, anche attraverso il potenziamento dell’Informagiovani che mi hanno detto soprattutto i diretti interessati che tanto ha fatto bene in questi anni”. Infine il punto Organizzazione a Varese. “Vogliamo creare una Task Force amministrativa con la giunta e il personale del Comune per lavorare sui progetti prioritari, come per piazza Repubblica. Organizzazione è concretezza e risultati! Ogni assessore dovrà organizzare otto tavoli tematici all’anno con le associazioni d riferimento sul territorio. E in tempi di difficoltà di bilancio, occorre ricercare finanziamenti: la nostra amministrazione dovrà lavorare anche per trovare nuove risorse”.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 7 maggio 2016. Filed under POLITICA,Varie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *