Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Rugby Guinness Pro12: le Zebre Parma affossano i gallesi Dragons

Ruzza delle Zebre Parma

Ruzza delle Zebre Parma

PARMA, 7 maggio 2016- Le Zebre hanno chiuso quest’oggi la loro stagione agonistica 2015/16 ospitando al Lanfranchi i gallesi Dragons nell’ultimo turno del Guinness PRO12. I bianconeri- ancora in corsa per un posto in EPCR Champions Cup ad 80 minuti dalla fine- hanno affrontato la franchigia di Newport battuta l’anno scorso a Parma. Il XV del Nord-Ovest ha recuperato per l’occasione tre giocatori: Pratichetti, nonché i due infortunati Meyer e Leonardo Sarto nell’ultima gara da giocatore di Marco Bortolami –capitano oggi del delle Zebre Rugby nella sua presenza numero 66- dopo oltre 300 gare in tutti i principali campionati europei e 112 presenze con l’Italia con quattro coppe del mondo all’attivo. I bianconeri sono scesi in campo determinati mettendo la testa avanti all’ottavo dopo il primo ed unico vantaggio gallese iniziale. All’ora di gioco è arrivata la meta del bonus per i ducali che hanno chiuso segnando cinque mete. Giornata dei record al Lanfranchi con le Zebre che colgono 8 vittorie stagionali, record assoluto nella storia celtica della franchigia. Altresì il penultimo posto finale in graduatoria –mai colto nei precedenti tre anni di Guinness PRO12- qualifica il XV del Nord-Ovest alla prossima EPCR Champions Cup la più prestigiosa coppa europea per club. I 47 punti finali segnati sono il record assoluto della franchigia di base a Parma in una gara ufficiale, col terzo bonus offensivo stagionale mai raggiunto prima d’ora.

Cronaca: Bastano 6 secondi ai Dragons per ottenere il primo fallo: ingresso laterale in ruck e O’Brian da posizione centrale porta avanti i gallesi. Le Zebre sondano la retrovia ospite con Palazzani dopo una maul concedendo una rimessa in attacco ben controllata. Altro calcio stavolta di Canna e bella pressione sui gallesi che concedono il fallo in ruck uscendo dai propri 22. Il beneventano va per la touche ai 5 metri: avanza la maul italiana che porta in meta Fabiani. Canna trasforma per il 7-3 con le Zebre aggressive in difesa a strappare il possesso ai Dragons e trovare una rimessa sulla metà campo. L’apertura azzurra è ispirato e costrigne ancora i Dragons alla touche ai 5 con uno splendido calcio tattico. Come 5 minuti prima i Dragons concedono il fallo che questa volta viene piazzato da Canna per il 10-3 al 13’. Bortolami va vicino a rubare la touche di Buckley al 15° con la linea difensiva bianconera che sale con Sarto. Il XV di Newport è costretto al piede coi trequarti delle Zebre a trovare una bella trasmissione dell’ovale avanzante. Palazzani gestisce il ritmo con l’azione che porta Canna a trovare il varco giusto. Dopo il TMO Wilkinson concede la meta segnata da Van Zyl. I Dragons faticano a superare la metà campo dei padroni di casa, lo fanno al 22° ma con un passaggio in avanti. Zebre sugli scudi al 24° con un’altra bella azione che porta i bianconeri col possesso nei 22 a guadagnare una mischia col pacchetto italiano che avanza dopo l’ingaggio. Bortolami decide d’ingaggiare ancora ma l’ovale passa agli avversari per un turn-over e lo sforzo offensivo sfuma. Palazzani prova ad iscriversi al tabellino con un drop provato da metà campo al 32° ma il suo calcio è a lato dell’H dello Stadio Lanfranchi. Dopo una mischia sui 22 gallesi è bravo Beyers a trovare spazio sull’out destro ma il suo offload finisce nelle mani di Dixon coi Dragons a liberare al piede. Ancora Zebre in avanzamento al 37° con Canna a fallire il drop da 35 metri dopo alcune fasi degli avanti bianconeri. Il possesso è sempre del XV del Nord-Ovest che trova il fallo gallese sul punto d’incontro: dai 22 centrale Canna porta a 20 i punti dei suoi. I Dragons si fanno del male da soli calciando fuori il calcio d’invio e subendo l’impatto della mischia italiana. Il placcatore gallese non rotola e da a Canna la possibilità di allungare a 23 punti prima dell’intervallo.

La ripresa vede l’ingresso in campo di Muliaina al posto di Pratichetti con Van Schalkwyk che trova il break al 46°: avanza il vantaggio con l’ex AllBlacks che entra nei 22 e trova il fallo in ruck del sostegno gallese. Canna aggiunge altri 3 punti per il 26-3. Ancora un sostegno non regolare costa il fallo ai Dragons sulla metà campo al 49°: dopo la rimessa il gioco si ferma nei 22 gallesi per un in avanti delle Zebre. La meta arriva sull’altro fronte con il nuovo entrato Landman che trova il varco sull’out sinistro e segna dietro i pali. Leonardo Sarto prova ad accendere il pubblico di Parma al 58 con una galoppata sull’ala sinistra; la meta è segnata dallo stesso numero 11 dopo un bel calcetto a scavalcare la difesa gallese al 59°. Canna prosegue la sua giornata da 100% dalla piazzola portando a 33 i punti bianconeri. Il XV del Nord-Ovest trova la meta del bonus al 63° col pilone Postiglioni che concretizza con un ottimo break di Ruzza fermato ai 5 metri dalla difesa gallese. L’abbrivio è sempre nelle mani italiane con un’altra bell’azione alla mano che porta in meta Haimona dopo una bella trasmissione dell’ovale. Dopo la quinta meta delle Zebre reagiscono i Dragons che entrano nei 22 al 70° superando la linea di meta con l’ovale tenuto però sollevato dalla difesa italiana. Wilkinson torna su un fuorigioco precedente con Crosswell a decidere per la mischia ai 5 metri. Al 75° esce il capitano Marco Bortolami che chiude la sua carriera tra la standing ovation del Lanfranchi, votato anche migliore in campo dal broadcaster italiano del Guinness PRO12 RaiSport. Prima del fischio finale c’è tempo per la terza meta gallese con il nazionale Amos che segna alla bandierina a tempo scaduto fissando il finale 47-22.

Guinness PRO12 2015/16, Round 22

Zebre Rugby Vs Dragons 47-22 (p.t. 23-3)

Marcatori: 2‘ cp O’Brian (0-3); 8‘ m Fabiani tr Canna (7-3); 13‘ cp Canna (10-3); 18‘ m Van Zyl tr Canna (17-3);  39‘ cp Canna (20-3);  40‘ cp Canna (23-3); s.t. 7‘ cp Canna (26-3);  14‘ m Landman tr Rhys Jones (26-10); 19‘ m Sarto L. tr Canna (33-10);  23‘ m Postiglioni tr Canna (40-10); 25‘ m Haimona tr Canna (47-10);  32‘ m Landman tr Rhys Jones (47-17);  40’ m Amos (47-22);

Zebre Rugby: Beyers, Van Zyl (15’ s.t. Haimona), Boni, Pratichetti (1’ s.t. Muliaina), Sarto L., Canna, Palazzani (21’ s.t. Burgess); Van Schalkwyk, Cristiano (15’ s.t. Ruzza), Meyer, Bortolami (cap) (36’ s.t. De Marchi), Geldenhuys (22’ s.t. Koegelenberg), Roan (10‘ s.t. Chistolini), Fabiani, Lovotti (21’ s.t. Postiglioni) All.Guidi

Dragons: Rhys Jones, Hughes, Warren, Dixon (18’ s.t. Meyer), Amos, O’Brien (11’ s.t. Jones), Davies C. (9’ s.t. Pretorius); Jackson, Thomas, Benjamin (11’ s.t. Keddie, 14’ s.t. Benjamin, 22’ s.t. Keddie), Crosswell (cap), Screech (11’ s.t. Landman), Fairbrother (23’ s.t. Knight), Buckley (17’ Dee, 25’ Buckley, 21’ s.t. Dee), Price (32’ s.t.Garrett) All. Jones

Arbitro: David Wilkinson (Irish Rugby Football Union)

Assistenti: Elia Rizzo e Simone Boaretto (entrambi Federazione Italiana Rugby)

TMO: Stefano Marrama (Federazione Italiana Rugby)

Calciatori: Canna (Zebre Rugby) 9/9, O’Brian (Dragons) 1/1; Rhys Jones (Dragons) 2/3, drop Palazzani (Zebre Rugby) 0/1, Canna (Zebre Rugby) 0/1,

Man of the match: Bortolami (Zebre Rugby)

Note: Cielo sereno. Temperatura 22° .Terreno in ottime condizioni. Spettatori 2650

image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 7 maggio 2016. Filed under Sport. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *