Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

L’onorevole Maria Chiara Gadda in “missione al valico del Brennero

image_pdfimage_print

Delegazione_comitato_Schengen_a_BolzanoBOLZANO, 11 maggio 2016– «La creazione di una recinzione al valico del Brennero, lato austriaco, e il potenziamento dei controlli lungo il confine, sono una eventualità, per ora esclusa, che si concretizzerà solo con l’accordo dell’UE ed esclusivamente se il flusso dei migranti supererà il livello di guardia, determinando così una situazione di emergenza». Questa l’assicurazione che la deputata del Partito Democratico e membro del Comitato parlamentare di controllo sull’Accordo di Schengen, Maria Chiara Gadda, ha raccolto dal capo della polizia tirolese, Helmut Tomac, durante una missione della Commissione al confine di Stato del Brennero.

«Con la Commissione abbiamo constatato l’assenza allo stato attuale di recinzioni e di

La predisposizione per la recinzione

La predisposizione per la recinzione

restrizioni alla libera circolazione di persone e merci, nel tratto autostradale così come in relazione alla strada statale e alla linea ferroviaria. La ditta incaricata di svolgere i lavori in territorio austriaco, è impegnata nella costruzione di una tettoia utile a proteggere il personale di polizia dalle condizioni meteo avverse; la ditta non ha attualmente ricevuto il mandato di erigere una recinzione, ma soltanto gli ancoraggi di fondazione in modo che in caso di emergenza ci si possa attivare in poco tempo. Anche in questa estrema eventualità, così come puntualizzato dal Capo della Polizia Tirolese, non si tratterebbe di barriere con filo spinato ma solo di brevi corridoi con lo scopo di rendere più agevole la registrazione delle persone in ingresso e non creare disagi al regolare traffico dei veicoli».

«L’Italia sta rispettando gli impegni assunti, da inizio 2016 la media dei migranti fotosegnalati è salita all’84% e con gli ultimi sbarchi abbiamo raggiunto il 100% di identificazioni. I flussi in arrivo dal Mediterraneo sono diminuiti del 13,81% rispetto al medesimo periodo del 2015, e auspico che questa tendenza permanga. Le autorità austriache hanno espresso soddisfazione nei confronti dell’impegno dell’Italia. Certo, esistono molti nodi aperti – continua la deputata dem – il nostro sistema di accoglienza deve diventare più efficiente, e questo può accadere solo favorendo un percorso condiviso con gli enti locali e riducendo progressivamente il ricorso a strutture di tipo temporaneo.».

«Le affermazioni del capo della polizia tirolese, unitamente a quanto abbiamo direttamente constatato, rassicurano rispetto ad alcune notizie apprese nelle scorse settimana. Non dobbiamo però sottovalutare la situazione e lavorare affinché la collaborazione positiva tra Italia ed Austria continui. L’Europa è nata per abbattere le barriere, e per condividere politiche e responsabilità. Siamo purtroppo ancora lontani da questo risultato, e questi temi devono essere affrontati con serietà e concretezza; la facile demagogia di alcune campagne elettorali serve soltanto a creare consenso, non certo per trovare soluzioni efficaci».

«Abbiamo raccolto in questa occasione anche le preoccupazioni del sindaco di Brennero e dei rappresentanti del mondo delle imprese. Il ripristino sistematico dei controlli alle frontiere, unito a misure come l’abbassamento del limite di velocità ai 30 km/h, sarebbero una sciagura per l’economia locale, ma anche per l’Italia e per l’intero sistema economico europeo; la sospensione di Schengen potrebbe costare all’Europa dai 5 ai 18 miliardi l’anno, e il governo italiano è in prima linea per evitare che questo avvenga» conclude la deputata del Partito Democratico, Maria Chiara Gadda.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 11 maggio 2016. Filed under POLITICA,Varie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *