Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Crisi BTicino: intesa raggiunta tra azienda e sindacati

image_pdfimage_print

btVARESE, 12 maggio 2016- Ieri, nell’ambito della riunione annuale la Direzione aziendale, il Coordinamento nazionale delle RSU unitamente a Fim Cisl e Fiom Cgil, hanno ratificato le intese già raggiunte in sede di commissione sulle Pari opportunità di BTicino.

Gli importanti passi avanti sono stati ottenuti per i temi che riguardano le molestie sul luogo di lavoro, la conciliazione dei tempi ma soprattutto il riconoscimento di alcuni diritti alle lavoratrici e ai lavoratori che si sposano all’estero con persona dello stesso sesso. Stiamo parlando dell’estensione anche a loro del congedo matrimoniale e dei permessi per motivi di cura del coniuge (come previsto dal contratto nazionale). Un importante passo in avanti che riconosce pari dignità sociale ed eguaglianza a tutti i lavoratori Bticino. In questi giorni tanti, tutti, parlano e straparlano di società civile. Poi, al dunque, ogni piccolo passo verso l’uguaglianza, verso il rispetto di tutti nei confronti di tutti, diventa fonte di imbarazzati distinguo, di angosce collettive, di tremuli arretramenti: perché troppi diritti per gli altri, fanno paura. Paura che non hanno avuto la dirigenza Bticino-Legrand di Varese e il sindacato dei lavoratori di quest’azienda

Il tema è di estrema attualità; non abbiamo aspettato che la politica sciogliesse le annose contraddizioni, le scrupolose quanto irritanti diatribe ideologiche. Non è cosa che deve sorprendere. Qui, in fabbrica, nel luogo dove si pensa, si progetta, si produce, le persone si parlano, lavorano e vivono. Qui la società c’è. Palpitante, vera e attenta ai propri bisogni. Ora queste attese hanno una risposta. A questo serve la contrattazione. L’Accordo è  la dimostrazione che i diritti civili e individuali vanno  di pari passo  con i diritti sociali e collettivi. La contrattazione  si conferma come il più importante strumento utile ad interpretare i cambiamenti della società e i bisogni delle persone;

Con questa intesa si migliora la vita della gente, delle famiglie (tutte) e dei nostri figli. Ci sono altri passi da compiere e saranno fatti se lo spirito “civile” resta acceso. Anzi, facciamo che l’impegno di oggi, oltre che in Bticino, si allarghi a “contaminare” di libertà e diritti altre aziende che con la stessa sensibilità e lungimiranza decidono di farsi “Parte Civile” in questo nostro confuso paese.

Le organizzazioni sindacali e la RSU Bticino si attendono dall’azienda altrettanta disponibilità a raggiungere gli accordi su temi aperti e importantissimi quali la Professionalità e il Contratto interno.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 12 maggio 2016. Filed under Economia,Varese,VARESE. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *