Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Tutti i parlamentari lombardi invitati in Regione per affrontare tema lavoratori frontalieri

image_pdfimage_print

MILANO, 17 maggio 2016-“Sono stati convocati per venerdi’ 20 maggio alle ore 15 a palazzo Pirelli, per un incontro con il presidente Roberto Maroni, tutti i parlamentari lombardi, isindaci di quei paesi che da almeno tre anni percepiscono i
ristorni e i rappresentanti delle Comunita’ montane, delle Province, delle forze sociali e delle associazioni dei frontalieri, per condividere le tematiche che riguardano i lavoratori frontalieri e le problematiche che interessano i territori di confine e cercare, tutti insieme, di dare risposte concrete”. Lo ha dichiarato l’assessore al Post Expo e Citta’ Metropolitana e delegata ai Rapporti con la Repubblica e Cantone Ticino di Regione Lombardia Francesca Brianza.

ACCORDI BILATERALI RIVISTI – “La revisione degli accordi bilaterali tra Italia e Svizzera – continua l’assessore – da cui si discute da molto tempo, sta arrivando alle battute finali. Il nuovo accordo, che sostituisce quello del 1974, e’ gia’ stato parafato il 22 dicembre scorso e nei prossimi mesi passera’ dal Parlamento italiano per la ratifica”.

TAVOLO PER FRONTE COMUNE IN PARLAMENTO – “In quella sede – precisa l’assessore Brianza – potremo giocarci le ultime carte perche’ si entrera’ nel merito della nuova tassazione che gravera’ sui lavoratori frontalieri e sui trasferimenti ai comuni di frontiera”. “La convocazione di questo Tavolo – prosegue l’assessore Brianza – ci e’ stata chiesta dal territorio e dal Consiglio regionale che, con l’approvazione della mozione relativa alla convenzione tra Italia e Svizzera, ha impegnato il presidente Roberto Maroni e Regione Lombardia ad intervenire in merito alle questioni riguardanti i lavoratori frontalieri e i territori di confine”.

PRESA DI POSIZIONE PER GLI OLTRE 60.000 LAVORATORI – “A fianco del chiaro impegno di Regione Lombardia – afferma l’assessore – vogliamo ascoltare tutti gli altri interlocutori e chiediamo ai
parlamentari lombardi, che ben conoscono la realta’ dei territori di confine, una presa di posizione univoca a tutela degli oltre 60.000 lavoratori frontalieri e a garanzia delle risorse per i comuni di frontiera”.

ATTO FORTE PRO FRONTALIERI – “Convocare tutti i parlamentari del territorio per un confronto costruttivo – conclude l’assessore Brianza – e’ un atto forte che permettera’ di portare le istanze dei frontalieri nei palazzi romani e costringera’ la politica a occuparsi delle annose questioni che necessitano, una volta per tutte, chiarezza e risoluzione”.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 17 maggio 2016. Filed under MILANO. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *