Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

A Como gli aspiranti imprenditori potranno partecipare al bando “Incubatore d’Impresa”

COMO, 17 maggio 2016- Torna – per l’ottava edizione – il bando “Incubatore d’Impresa” promosso dalla Camera di Commercio di Como e rivolto agli aspiranti imprenditori e alle start up per sostenere la creazione e lo sviluppo di iniziative imprenditoriali innovative.

Obiettivo del bando è sostenere la trasformazione di una buona idea in una vera e propria attività imprenditoriale, attraverso un percorso assistito all’interno dell’incubatore certificato del Parco Scientifico Tecnologico ComoNExT a Lomazzo che comprende la condivisione di spazi e risorse, la fruizione di servizi specialistici e degli ambienti, l’accesso a reti di conoscenze e la consulenza tecnica e manageriale.

Destinatari del bando sono gli aspiranti imprenditori e le microimprese o PMI già attive da non oltre 12 mesi alla data di presentazione della domanda, che potranno partecipare con idee innovative che prevedono, da un lato, lo sviluppo di prodotti e/o servizi con caratteristiche di innovatività rispetto a prodotti e servizi già presenti sul mercato e che eventualmente utilizzano nuove tecnologie e, dall’altro, idee che comportano un miglioramento di processi produttivi o introducono nuovi processi produttivi con caratteristiche migliorative rispetto all’esistente.

«Siamo riusciti anche quest’anno a trovare le risorse necessarie per sostenere la nascita di nuove realtà imprenditoriali. – commenta Ambrogio Taborelli, Presidente della Camera di Commercio di Como – Uno sforzo eccezionale, dovuto alla diminuzione delle risorse disponibili e al clima di incertezza per le future funzioni del nostro ente, che si è voluto comunque portare avanti consci dell’importanza che ComoNExT riveste per il nostro territorio e per il futuro dei nostri giovani».

Annarita Polacchini, Presidente di ComoNExT sottolinea l’importanza del bando: «Riteniamo che questa sia una nuova opportunità che venga data al territorio per dare linfa in ambito di innovazione. In questi anni abbiamo visto che i bandi hanno sempre più successo con idee sempre molto interessanti che accompagneremo nel loro percorso imprenditoriale. Quella delle start-up è e rimane l’elemento fondante della missione di Comonext. Quest’anno vogliamo stimolare, in collaborazione con il comitato dell’imprenditoria femminile, la creazione ed il coinvolgimento di donne nelle nuove start-up».

Il Bando prevede la selezione complessiva di un massimo 5 progetti, scelti secondo i criteri dell’idea maggiormente innovativa e delle fattibilità, destinati ad accedere all’Incubatore d’impresa usufruendo di un voucher del valore massimo di 18.000 euro da utilizzare nei 12 mesi di incubazione.

La selezione dei candidati verrà effettuata in tre distinte fasi:

  • nella prima fase una Commissione di Valutazione, composta da rappresentanti della Camera di Commercio di Como, di ComoNExT, di ComoVenture/TTVenture e altri esperti (docenti universitari e imprenditori) selezionerà le 15 migliori idee sulla base del carattere innovativo dell’impresa, del contenuto tecnologico, della fattibilità tecnica e delle potenzialità di mercato e, infine, del curriculum di proponenti;

  • nella seconda fase le 15 idee verranno valutate tramite colloqui individuali e indagini di mercato, tecnologiche e brevettuali per sondare la potenzialità di mercato del progetto, il suo contenuto tecnologico, la capacità di creare occupazione e sviluppo e il potenziale imprenditoriale del team. Verranno selezionate in questa fase al massimo di 5 idee;

  • nella terza fase le idee verranno valutate con riferimento agli elementi base di un business plan costruito con il team di ComoNExT e sui seguenti criteri: fattibilità tecnica dell’idea, potenzialità di mercato, sostenibilità economica e finanziaria.

Per quest’anno è stata introdotta la seguente novità: alle aspiranti imprenditrici o alle neo-imprese a prevalenza femminile verrà attribuito una premialità di punteggio nella fase iniziale della selezione.

«Le start-up innovative femminili sono ancora una ristretta minoranza sia nel nostro Paese sia in Europa.» – sottolinea Ornella Gambarotto, Presidente del Comitato dell’Imprenditoria della Camera di Commercio di Como – «Riteniamo dunque molto importante che quest’anno il bando incubatore presti particolare attenzione alle donne che, sia per formazione che per esperienza personale, si trovano in una condizione di “svantaggio” nella creazione e nell’avvio di nuove imprese innovative».

Le idee selezionate potranno accedere all’Incubatore d’Impresa nei mesi successivi. Il sostegno si concretizzerà nell’aiuto alla stesura del business plan, nell’accesso a spazi lavorativi all’interno dell’Incubatore d’impresa ComoNExT, nell’aiuto a individuare finanziamenti pubblici o privati per lo sviluppo della start up e nel supporto alla crescita dell’impresa attraverso consulenza, formazione e tutoring (percorsi formativi imprenditoriali; preparazione specialistica alla presentazione a investitori; analisi, valutazione e supporto per potenziali bandi; networking con altre aziende; accompagnamento in azioni commerciali; attività di assistenza e di consulenza specifiche nei settori tecnologici e brevettuali).

Il bando e la relativa modulistica sono disponibili sul sito web della Camera di Commercio (www.co.camcom.gov.it) e sul sito web di ComoNExT (www.comonext.it).

Le domande potranno essere inviate a camera.commercio@co.legalmail.camcom.it firmate digitalmente, oppure consegnate a mano, o spedite tramite raccomandata con ricevuta di ritorno, presso la Camera di Commercio di Como in Via Parini 16 dal 17 maggio 2016 al 30 giugno 2016.

Per informazioni sul Bando “Incubatore d’Impresa”:

Camera di Commercio e Artigianato di Como – Unità Organizzativa Promozione Economica

via Parini 16 22100 COMO

tel. 031 256 368/348 – e-mail: promozione@co.camcom.it

Per informazioni sull’Incubatore:

ComoNExT scpa

tel. 02 36714 – e-mail: incubatore@comonext.it

image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 17 maggio 2016. Filed under Economia. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *