Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Crowfounding per laboratorio digitale di falegnameria: iniziativa della scuola Sacro Cuore di Gallarate

image_pdfimage_print
Wood-upgradeGALLARATE, 23 maggio 2016– Studenti, insegnanti e famiglie della scuola secondaria di primo grado Sacro Cuore hanno lanciato, sulla piattaforma Eppela, una campagna di crowdfunding, del valore di 3.500 euro, per Wood Upgrade, laboratorio digitale di falegnameria. Il progetto fa parte di FastUP School, l’iniziativa volta a finanziare idee digitali nelle scuole italiane, nata dalla sigla di un protocollo d’intesa tra Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Fastweb ed Eppela, la principale piattaforma italiana di crowdfunding reward based. Se la scuola raggiungerà, tramite la raccolta online, la metà dell’obiettivo economico preposto (ovvero 1.750 euro), riceverà la restate parte da Fastweb, sulla base di quanto previsto da FastUP School.
“Quest’anno abbiamo potuto partecipare al laboratorio di falegnameria che è stato attivato tra i corsi integrativi- spiegano i promotori di Wood Upgrade – ora vorremmo rendere ancora più tecnologica quest’esperienza, mediante l’introduzione del CAD e della stampa 3D, in modo da accostare alle fasi di disegno, progettazione e realizzazione artigianale tradizionale, quella della programmazione e della realizzazione innovativa di un oggetto”.
Il progetto risulta particolarmente ambizioso, come spiegano gli alunni del Sacro Cuore: “abbiamo inoltre il desiderio di coinvolgere alunni di altre scuole costituendo, all’interno della Settimana della Scienza di Gallarate, un laboratorio aperto alle scuole della città”.
Per saperne di più sulla campagna di crowdfunding, che terminerà il 19 giugno e sulle ricompense previste:https://www.eppela.com/it/projects/8188-wood-upgrade
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 23 maggio 2016. Filed under PROVINCIA,Varie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *