Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Le Guardie Svizzere si formeranno anche in Canton Ticino: una rivoluzione dopo 500 anni di storia

image_pdfimage_print

sviBELLINZONA, 5 maggio 2016- Dal prossimo autunno le guardie svizzere si formeranno non solo in Vaticano, ma anche in Ticino. Si tratta di una piccola rivoluzione per una tradizione rimasta identica per più di 500 anni.

La formazione avverrà in un modo diverso rispetto a come si è svolta finora, ha spiegato alla RSI Urs Breitenmoser, sergente della Guardia pontificia: prima di prestare servizio a difesa di Papa Francesco, le aspiranti guardie si recheranno in Vaticano per i test fisici e i controlli di routine, ma poi verranno formate in Ticino dalla polizia cantonale in materia di sicurezza.

Un scelta che permetterà alle reclute di rafforzare anche le conoscenze dell’italiano, lingua ufficiale del corpo.

Si  tratta di un progetto sperimentale che prenderà il via il prossimo autunno, spiega ancora  Breitenmoser. La formazione nella Svizzera italiana  durerà circa un mese, dopodiché – tornati in Vaticano – si continuerà per altri cinque mesi con la formazione classica: alabarda, marcia, servizio di rappresentanza e ulteriori lezioni della lingua di Dante.(RSI.CH)

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 5 maggio 2016. Filed under Cronaca,PROVINCIA. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *