Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Torna la corsa “Tra Ville e Giardini”, quest’anno dedicata a Cristina Maracci

image_pdfimage_print

corroVARESE, 30 maggio 2016- di SARA CARIGLIA-

“Tra Ville e Giardini” l’appuntamento più atteso dai runners varesini e varesotti “arriva di corsa” alla sua quarta edizione. Tra competizione e tradizione la manifestazione podistica serale – non a caso presentata in anteprima questa mattina alla conferenza stampa a Palazzo comunale –avrà il suo start, venerdì 17 giugno alle 20, proprio in prossimità degli stessi Giardini Estensi, punto di partenza e arrivo della cosiddetta city country.

Entusiasta oltre che l’assessore allo Sport, Maria Ida Piazza, pure la società varesina organizzatrice, Runner Varese, rappresentata dal presidente Rinaldo Francesca. Società composta da 230 soci che fin dai suoi albori corre al grido di “Corriamo per divertirci, divertiamoci insieme”, la quale da sempre rivolge la sua attenzione e il suo servizio, sia agli atleti normodotati che a quelli disabili.

“Tra Ville e Giardini” è una corsa che aprirà la stagione estiva <<ancora una volta abbiamo il must dell’estate. Un’occasione unica per apprezzare le bellezze della nostra città e visitare camminando o correndo tutti i giardini e le ville che la Città Giardino mette a disposizione>> dice l’assessore allo Sport.

Cinque, sette, dieci chilometri,  tre i tracciati della gara pensati dal gruppo Runner Varese per i neofiti della corsa e della camminata con partenza alle 20.05. Percorsi che si snoderanno tra le principali vie delle più popolari ville antiche varesine da sempre simbolo del “nostro” capoluogo di provincia. Quello che si andrà a calcare sarà un circuito cittadino che alternerà tratti asfaltati a tratti sterrati, come quelli del parco di Villa Panza per la 5 chilometri; circuito che si trasformerà in una 7 chilometri per chi vorrà invece spingersi fino a Ville Ponti. Il tempo massimo di percorrenza previsto è pari a un’ora, tempistica oltre la quale non sarà più possibile godere di una segnaletica appropriata sul percorso.

Oltre ai neofiti ci sarà chi, come gli atleti tesserati  Fidal o  semplici appassionati di podismo, aspireranno invece affrontare la gara con spirito agonistico procedendo senza prendere respiro. Per loro si è pensato, infatti, a un percorso più nervoso e tecnico lungo dieci chilometri con partenza alle 20 dai Giardini Estensi.

I suggestivi parchi di Villa Mirabello, Villa Mylius, Villa Panza e Ville Ponti si trasformeranno in vere e proprie palestre a cielo aperto rendendo così omaggio alla città di Varese, la quale venerdì 17 giugno, correrà unitamente al suo popolo di runners nei polmoni più verdi delle varie castellanze.

<<Siamo partiti nel 2013 con la gara numero zero (di prova) con solo duecento persone. Persone che nel 2014 sono diventate trecentocinquanta e nel 2015 quasi mille, solo grazie a un gioco di passaparola>> racconta Massimo Marcolli, vicepresidente Runner Varese che aggiunge <<una city-country pensata anche per le famiglie>>.

L’iniziativa infatti si rivolge non solo ai più grandi ma pure ai più piccini (fino ai 12 anni). Per loro sarà predisposto ai Giardini Estensi un itinerario campestre spiritoso e ricreativo lungo all’incirca ottocento metri godibile già a partire delle 19.15.

L’edizione 2016 ha pensato proprio a tutto, pure a una madrina d’eccezione come Cristina Maracci di Gavirate, per gli amici Chicchi. Cristina è affetta da SLA e il Gruppo Runner Varese per omaggiarla ha voluto sfidarsi sostenendo il progetto #iocorroconchicchi.

Il ricavato dalla vendita delle magliette sarà devoluto per la ricerca contro la SLA. <<Chicchi nel 2007 corse la maratona di New York, oggi è in carrozzina, non parla e comunica solo con gli occhi>> conclude Stefano Crespi, amico di Chicchi e del marito Gabriele, detto Guli.

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 30 maggio 2016. Filed under Sport,Varese,VARESE,Varie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *