Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Cheers to Independence, tre giorni di musica live gratuita a Ripa di Porta Ticinenese

image_pdfimage_print
Bugo

                                   Bugo

MILANO, 1 giugno 2016 – Arriva Cheers to Independence Live, una tre giorni di eventi gratuiti che animerà il cuore di Milano dal 15 al 17 giugno al Baden Powell – Ripa di Porta Ticinese a Milano.

Beck’s, la birra che sostiene la crescita dei giovani talenti e promuove il loro percorso verso l’indipendenza, porta sul palco gli artisti del progetto Cheers to Independence, partito ad aprile di quest’anno.

Tanti gli artisti che si esibiranno in questi tre giorni, a partire da Santa Margaret, Bugo, Le Luci della Centrale Elettrica, Max Brigante, Merk & Kremont, 2nd Roof, Coez, Gué Pequeno, Emis Killa

Le esibizioni live rappresentano la conclusione del percorso dei dodici giovani talenti, che insieme ai quattro tutor – Dario Giovannini per la musica, Mattia Zoppellaro per la fotografia, Younuts! per il regia, Pao per la urban art – hanno lavorato per crescere come artisti e guadagnarsi la propria indipendenza.

I giovani artisti, Federica Lazza, Francesca Iovene, Robyola Von Wunsch per la fotografia, Canova, Lazza, Yombe per la musica, Espi, Johnny Cobalto, Stefano Giavoni per l’urban art e Andrea Folino, Maddalena Beretta, Mirko De Angelis per la regia, diventeranno protagonisti di tre serate in cui l’arte sarà declinata in una proposta trasversale fatta di esibizioni, mostre e installazioni: un’esperienza di contaminazione di discipline, in una location d’eccezione e tutta da scoprire.

A partire dalle 18:00, infatti, il Baden Powell a Ripa di Porta Ticinese ospiterà, per i tre giorni del Cheers to Independence, oltre ai live musicali, laboratori di urban art, video making e fotografia.

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 1 giugno 2016. Filed under MILANO,Musica,Varie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *