Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Malerba: “Nessun accordo pre ballottaggio con Galimberti”

Angelini, Malerba e Campiotti oggi al Molina

Angelini, Malerba e Campiotti oggi al Molina

VARESE, 21 giugno 2016– L’unico dato politico certo al termine di questa campagna elettorale è che Galimberti è sindaco perché la Lega Civica si è schierata per il cambiamento e che Lega Civica è un soggetto politico che si è affermato e legittimato sul campo di battaglia. Nessuno può mettere in discussione questo dato. Nemmeno l’ex-sindaco Fontana, che ancora oggi non ha capito perché ha perso e dimostra di essere la causa vera della sconfitta della destra. Rappresenta un cambiamento l’elezione di Galimberti? Rappresenta la premessa di un cambiamento. Il cambiamento non può essere solo una persona, ma QUELLO CHE FA e CON CHI LO FA. E questo lo vedremo. C’è un accordo con Galimberti? La risposta è semplice. Un accordo ha tre componenti: 1. Una politica: analisi e obiettivi condivisi. 2. Una programmatica: ci vuole un accordo programmatico sulle cose da fare. 3. Una organigrammatica sugli strumenti assegnati alle forze politiche per realizzare e garantire il programma. C’è tutto questo? No. Quindi non c’è accordo. Ci sarà? Non dipende da noi. Noi esistiamo per il programma. La Lega Civica senza il suo programma non avrebbe motivo di esistere. La destra di Orrigoni, o meglio Orrigoni e una parte della destra, Cattaneo e Fontana, non hanno accettato la premessa politica di un accordo. Il cambiamento radicale rispetto a prima. Non hanno capito il valore politico di questa indispensabile premessa. E non hanno capito il valore di dichiararlo pubblicamente. E sono andati a casa per arroganza e ignoranza politica. Quando si perdono le elezioni non bisogna prendersela con gli elettori. Ma con se stessi. Qualche esponente della destra dovrebbe fare ripetizione di matematica. O, almeno, ripassare le somme e le sottrazioni. E questo anche per il futuro. La matematica non è un’opinione, e in politica non è una variabile indipendente. Forse questo invito dovrebbe valere anche per la sinistra. L’esperienza di Saronno e di Gallarate dovrebbe essere un elemento di attenta riflessione. Dell’esperienza politica di questa campagna elettorale, la Lega Civica può salvare, a destra, solo l’intelligenza politica di Giancarlo Giorgetti, che ha previsto con largo anticipo l’esito elettorale.

Diamo merito a Giorgetti della coscienza del necessario e radicale cambiamento dello scenario politico necessario a destra. La Lega Civica è un soggetto politico nuovo. Non sparisce, ma si allargherà nella provincia con l’obiettivo di essere entro un anno in tutti i comuni. Si può fare politica nella propria città senza i partiti. Noi rappresentiamo uno spazio libero per persone libere.

Stefano Malerba

image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 21 giugno 2016. Filed under POLITICA,Varie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *