Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Il sindaco Galimberti stravolge l’intero assetto amministrativo

VARESE, 29 giugno 2016- di SARA CARIGLIA-

Campane, Galimberti e F

Campane, Galimberti e Tramontana

<<Per costruire insieme la Varese del domani e per far funzionare la macchina comunale servono la passione e l’entusiasmo del primo giorno di scuola>>. Questa la promessa e la premessa che Davide Galimberti, primo cittadino di Varese, fece in campagna elettorale.

Promessa che non è stata disattesa: per il neo sindaco che puntava gran parte dei suoi assi sul buon funzionamento della macchina comunale, la giornata odierna a Palazzo Estense si è preannunciata come un vero e proprio passaggio epocale.

Giusto per far capire che non si perde prezioso, Galimberti questa mattina ha presentato il nuovo assetto amministrativo  messo a punto in soli otto giorni. Quest’ultimo incentrato prevalentemente sulla semplificazione delle funzioni di governo e sulla eliminazione delle sovrapposizioni delle attività tra dirigenti e funzionari ma anche dei futuri assessori.

Francesco Tramontana e Andrea Campane, l’uno in qualità di segretario comunale l’altro di dirigente del Comune di Varese, hanno affiancato il sindaco in questa giornata inaugurale volta a impartire la nuova “grammatica” comunale.

<<I concetti di efficienza e velocità sono i temi che caratterizzano questa nuova amministrazione>> afferma Galimberti  che aggiunge <<rendere le procedure più snelle è il nostro obiettivo; in questo modo cittadino e impresa avranno un unico interlocutore>>.

In quest’ottica i servizi sociali (servizi per il diritto allo studio, delle pari opportunità, i servizi per l’infanzia) verranno separati dai servizi educativi (politiche abitative, rapporti con il volontariato e il terzo settore); <<due assessorati che saranno distinti perché siamo convinti che il tema della persona sia centrale>> spiega ancora il borgomastro di area Pd.

Altro aspetto importante, finalizzato prevalentemente a un più proficuo controllo di gestione del personale e della sua organizzazione,  è la creazione di un unico assessorato alle risorse. Assessorato  che contemplerà sia la parte più economica legata al bilancio, sia quella strettamente legata ai tributi, alle società partecipate e a tutto il grande tema della valorizzazione del patrimonio immobiliare. A rimarcarlo è lo stesso Galimberti <<qui a Varese abbiamo un patrimonio immobiliare estremamente importante che non aspetta altro di essere valorizzato>>.

Altro grande mutamento riguarda l’assessorato alla pianificazione territoriale, programmazione e realizzazioni opere pubbliche che si occuperà di PGT, di urbanistica, dei lavori pubblici e della manutenzione del patrimonio immobiliare. Questo impegnativo assessorato guarderà con attenzione pure alla questione dei rapporti con i comuni limitrofi <<una grande città ha il dovere di garantire ai comuni adiacenti una serie di servizi: sportivi, scolastici ecc…>>.

Ulteriore novità rispetto alla situazione attuale è l’aggregazione all’interno di un unico assessorato della cultura e del turismo. <<La cultura come veicolo e traino che fungesse da gancio turistico ci sembrava la soluzione ottimale da sperimentare per evitare che ci fossero delle sovrapposizioni all’interno del nuovo programma di governo>> spiega il Sindaco, il quale aggiunge <<non a caso uno degli obiettivi della nuova amministrazione varesina è far diventare la Città Giardino una delle principali città turistiche italiane>>.

Altro aspetto importante sarà legato al nuovo assessorato all’ambiente, benessere e sport<<abbiamo 2787deciso di accorpare questi settori in modo da sperimentare in chiave inedita la gestione di questi tre aspetti che se ci si pensa dialogano imprescindibilmente tra loro>>.

Moderno e innovativo rispetto al passato è poi l’assessorato allo sviluppo delle attività produttive e semplificazione. In questo caso la nuova macchina amministrativa ha deciso di inserire all’interno di un unico assessorato sia lo sportello unico per le autorizzazioni commerciali sia quello per le imprese che quello per l’edilizia. <<In questo modo cittadino e impresa avranno un solo interlocutore>> continua il Sindaco che punta indubbiamente ad avere un’amministrazione più vicina ai cittadini.

Ad ogni modo è proprio nell’ottica di una maggiore vigilanza dei quartieri e non solo, che è stato istituito l’assessorato alla polizia locale e alla attuazione del programma.

Uno degli assessorati chiave, riletto in chiave moderna, sarà pure l’assessorato alle risorse per la crescita, politiche giovanili e partecipazione, perché come ribadisce Galimberti <<riteniamo che tutti i processi di pianificazione della città debbano partire dal coinvolgimento del cittadino e dei quartieri>>.

Invece tutta la grande partita che riguarda sicurezza, legalità ed efficienza (servizi amministrativi, istituzionali, rapporti con l’Università e le istituzioni del territorio) faranno capo direttamente al sindaco.

<<A noi il grandissimo obiettivo di arrivare a istituire la centrale unica degli acquisti concentrando quindi all’interno di un unico ufficio tutti i passaggi legati alle procedure concorsuali>> conclude Galimberti fiducioso di poter raggiungere questo programma di governo grazie alle eccellenze che compongono e comporranno la nuova amministrazione comunale.

redazione@varese7press.it

 

image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 29 giugno 2016. Filed under Varese,VARESE,Varie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *