Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Italia-Germania, una sfida sentita ma per molta gente non irrinunciabile

image_pdfimage_print

calcio 2GALLARATE,  1 luglio 2016Domani si giocherà Italia-Germania in campo a Bordeaux per i quarti di finale Euro 2016: la tensione inizia a salire in vista del match con i tedeschi che sono i Campioni del Mondo in carica. Ma quanto incide la passione per gli Europei sul proprio lavoro? Questo il tema dell’ultimo sondaggio lanciato da Openjobmetis, tra le più importanti Agenzie per il Lavoro in Italia, da cui emerge, sorprendentemente, una limitata propensione a sacrificare ore di lavoro per seguire l’evento sportivo e mediatico del momento.

Quasi un migliaio di utenti – per il 73% under 40 – ha partecipato al sondaggio messo a punto per verificare come l’interesse per un evento sportivo di portata nazionale potesse influenzare anche alcune scelte lavorative. Openjobmetis ha indagato, nel dettaglio, la volontà di chiedere permessi o giorni di ferie per seguire gli incontri della Nazionale di calcio.

Un dato inatteso attesta che la maggioranza dei lavoratori è poco propensa a “sacrificare” il proprio lavoro per seguire gli Azzurri. Il sondaggio ha coinvolto un bacino di utenza ben distribuito a livello nazionale e suddiviso quasi equamente dal punto di vista del genere (il 57% dei votanti è di sesso maschile).

Che il calcio oggi emozioni gli Italiani un po’ meno rispetto al passato? Il 46% degli utenti ha risposto, infatti, con un netto “Non sono interessato a questo evento”, mentre si dimostra più possibilista sulle intenzioni di seguire le sorti italiane in campo un 35% di votanti, che non ha però esternato la volontà da tifoso accanito di chiedere permessi o ferie per poter assistere alle partite in tv e un 15% di utenti che desidera organizzarsi con i colleghi per guardare insieme le partite durante gli orari di lavoro o al loro termine.

Infine, segue un 4% di lavoratori che si è dichiarato “Disposto a tutto!”, pur di non perdersi un solo appuntamento calcistico.

 

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 1 luglio 2016. Filed under PROVINCIA,Sociale,Sport. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *