Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Alex Silpo in semifinale al Festival di Castrocaro

VARESE, 6 luglio 2016- Prosegue il momento d’oro di Alex Silipo. Il 2016 potrebbe davvero essere l’anno della svolta! Dopo la pubblicazione dell’album “3” (seguito da una presentazione in grande stile all’Hotel La Palma di Stresa) e la vittoria alla Milano – Sanremo della Musica Italiana con il brano capolavoro “Sogno le ali”, per il cantante ossolano si sono aperte altre strade importanti! Alex è infatti semifinalista della 59° edizione del Festival di Castrocaro, kermesse che negli anni ha lanciato Big della musica italiana quali Eros Ramazzotti, Laura Pausini, Nek e gli 883.

Ancora non conosciamo la data della semifinale (che sarà interamente registrata e mandata in onda in seconda serata su Raiuno), ma ciò che è certo è che l’obiettivo da raggiungere è la finale. Dopo l’ottimo riscontro… sognare… non costa nulla! Alex, poi, sarà protagonista il 6 agosto alla finale del Premio “Note d’autore”, dove verrà valutato da una giuria composta da Big della Musica italiana quali Nicco Verrienti (arrangiatore e autore di numerose hits per Emma, Alessandra Amoroso, Antonello Venditti e Francesco Renga) e Povia (vincitore del Festival di Sanremo 2006). Ma la prima tappa di questo mese di luglio così meraviglioso sarà lunedì 11 luglio. Alex presenterà il suo album “3” nella location più alla moda di Milano! L’Old Fashion, dalle ore 22.30, sarà teatro di un’apoteosi musicale che speriamo possa portare ulteriore fortuna al cantautore ossolano. Quindi… estate 2016 al massimo per Alex Silipo! Per tutte le novità e per rimanere aggiornati sugli eventi e gli sviluppi di questo momento d’oro l’appuntamento è sui canali social ufficiali dell’artista!

image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 6 luglio 2016. Filed under Musica. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *