Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Presentata la stagione al Delle Arti di Gallarate con attenzione al tema dell’uguaglianza

GALLARATE , 19 luglio 2016 – di SARA MAGNOLI –

La presentazione di oggi

La presentazione di oggi

La stagione del teatro delle Arti di Gallarate compie quarantanove anni. Confermandosi tra le più “storiche” della provincia e della regione e puntando ancora una volta sull’alta qualità dell’offerta. La possibilità di accedere all’acquisto degli abbonamenti si aprirà come di consueto tra la fine di settembre e l’inizio di ottobre, ma intanto questa mattina due delle “anime” del teatro, don Alberto Dell’Orto e Riccardo Carù, hanno ufficializzato i titoli in cartellone, con vere e proprie “chicche”. Commedie e riflessione, argomenti sociali e opere classiche: la stagione 2016/2017 che si aprirà in novembre e proporrà otto spettacoli ciascuno, come è tradizione, in doppia serata, si preannuncia interessante e diversificata, con anche nuove messe in scena di titoli oggi proposti da nuove compagnie, ma che già in passato sono transitati sul palcoscenico di via don Minzoni, come per “La locandiera” di Goldoni, a gennaio in una nuova produzione con giovani attori diretti da Andrea Chiodi, e che in passato alle Arti è stata portata in scena da nomi che vanno da Anna Maria Guarnieri a Carla Gravina ad Adriana Asti.

Dal tema dell’uguaglianza in un particolare spettacolo con filmati d’epoca e musica dal vivo per parlare delle Olimpiadi del 1936 a quello delle migrazioni narrate nel nuovo lavoro di e con Lella Costa e Marco Baliani, fino a entrare nell’ospedale psichiatrico di “Qualcuno volò sul nido del cuculo” con la regia di Alessandro Gassman, la prossima stagione del teatro delle Arti si unirà anche alla programmazione di Parola e Mistero, con particolari spettacoli in luoghi tradizionalmente non deputati a ospitare teatro, come chiese e castelli, e le proposte per gli studenti: due i cartelloni in fase di sistemazione definitiva e i cuoi titoli verranno resi noti a settembre, in un’ulteriore conferenza stampa durante la quale saranno puntualizzati nel dettaglio anche gli appuntamenti della nuova edizione del festival di filosofia FilosofArti, promosso dal Centro culturale teatro delle Arti, e che febbraio e marzo, coinvolgendo anche Busto Arsizio, Besnate, Castellanza e Cardano al Campo affronterà il tema “Pandora. Nuovi vizi, nuove virtù” (sono già preannunciati tra gli ospiti Luca Mercalli, Simona Atzori, Massimo Cacciari, Umberto Ambrosoli, Piercamillo Davigo, Marta Morazzoni, Carlo Sini, Umberto Galimberti, Franco Trabattoni, Giuliano Boccali, solo per citarne alcuni).

E già sono fissate anche le date del cinquantacinquesimo corso di formazione nel progetto “Itinerari di ricerca” che il 31 marzo e il 1° aprile avrà come tema “Europa al bivio”.

Intanto, questo il cartellone della stagione teatrale:

15 e 16 novembre: “Provando dobbiamo parlare”, con Fabrizio Bentivoglio, Sergio Rubini, Isabella Ragonese e Maria Pia Calzone:

29 e 30 novembre: “Le Olimpiadi del 1936”, con Federico Buffa e al pianoforte Alessandro Nidi, alla fisarmonica Nadio Marenco, voce (canto) Cecilia Gragnani;

13 e 14 dicembre: “Human”, di e con Lella Costa e Marco Baliani;

10 e 11 gennaio: “La locandiera” di Goldoni, regia di Andrea Chiodi, con Caterina Carpio, Tindaro Granata, Mariangela Granelli, Emiliano Marsala e Francesca Porrini;

7 e 8 febbraio: “Qualcuno volò sul nido del cuculo”, regia di Alessandro Gassman, con Daniele Russo ed Elisabetta Valgoi;

27 e 28 febbraio: “Calendar Girls” con Angela Finocchiaro e Laura Curino, regia di Cristina Pezzoli;

6 e 7 marzo: “Modigliani” di Angelo Longoni, con Cesare Bocci, Romina Mondello, Claudia Potenza, Giulia Carpaneto, Vera Dragone;

29 e 30 marzo: “Misura per misura” di William Shakespeare, con Jurj Ferrini.

Inoltre è stato reso noto il cartellone della rassegna cinematografica estiva all’aperto “Lo schermo e la luna” (presente alla conferenza stampa anche Barbara, che si occupa del coordinamento per la parte del cinema). Si tratta della ventitreesima edizione che inizierà nel cortile di Palazzo Broletto, in collaborazione con l’amministrazione comunale, martedì 26 luglio con “Quo vado” con Checco Zalone. A seguire, giovedì 28 luglio “Il ponte delle spie” di Steven Spielberg con Tom Hanks, martedì 2 agosto “Woman in gold”, giovedì 4 agosto “Perfetti sconosciuti” di Paolo Genovese, martedì 9 agosto “Revenant” con Leonardo Di Caprio, giovedì 11 agosto “Perfect Day”, martedì 16 agosto “Padri e figlie” di Gabriele Muccino, giovedì 18 agosto “Regali da uno sconosciuto”, martedì 23 agosto “Race il colore della vittoria” e a conclude giovedì 25 agosto “Joy” con Robert De Niro. Le proiezioni avranno inizio alle 21.30 a luglio e alle 21.15 ad agosto, in caso di maltempo si terranno il giorno successivo e l’ingresso è di 5 euro (4 i ridotti).

A conclusione della conferenza stampa un ricordo affettuoso è andato a Isidoro Zaro e alla signora Merindiani, che tanto hanno fatto nella collaborazione con il teatro, e che sono mancati recentemente.

s.magnoli@varese7press.it

image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 19 luglio 2016. Filed under PROVINCIA,Spettacoli&Cultura,Teatro,Varie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *