Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Canottaggio: esclusi equipaggi russi, per le Olimpiadi richiamati altri Azzurri

image_pdfimage_print

ROMA, 26 luglio 2016– La FISA, alla luce del paventato doping di stato della Russia e dopo la valutazione dei test antidoping degli atleti chiamati in causa, ha escluso quattro equipaggi russi dal programma gare dei Giochi Olimpici di Rio de Janeiro, al via tra 10 giorni: l’otto maschile, l’otto femminile, il quattro senza pesi leggeri e il doppio pesi leggeri femminile. In virtù di questa decisione, presa oggi dalla FISA, dopo che il CIO domenica aveva rimesso nelle mani delle singole federazioni internazionali le scelte da prendere, l’Italia rientra in gioco per Rio 2016 con l’ammiraglia (otto maschile) e il doppio pesi leggeri femminile che, tra il Mondiale di Aiguebelette del 2015 e la Regata di Qualificazione Olimpica del maggio scorso, non erano riusciti a cogliere il pass a cinque cerchi. Di seguito tutte le nuove attribuzioni: Quattro senza pesi leggeri: Grecia; Otto maschile: Italia; Otto femminile: Australia; Doppio pesi leggeri femminile: Italia.

Per la formazione dell’ammiraglia maschile e del doppio pesi leggeri femminile, il Direttore Tecnico Giuseppe La Mura ha convocato, già da questa sera a Piediluco, i seguenti atleti in precedenza allertati: UOMINI SENIOR: Luca Agamennoni, Mario Paonessa, Matteo Stefanini, Andrea Tranquilli, Simone Venier (Fiamme Gialle), Luca Parlato (Marina Militare), Vincenzo Maria Capelli, Pierpaolo Frattini (CC Aniene), Enrico D’Aniello (CN Stabia), Fabio Infimo (RYCC Savoia), Emanuele Liuzzi (Fiamme Oro). DONNE PESI LEGGERI: Laura Milani, Valentina Rodini, Elisabetta Sancassani (Fiamme Gialle), Giulia Pollini (SC Cernobbio).

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 26 luglio 2016. Filed under Sport. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *