Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Sostegno sociale: avviati contributi comunali per persone e famiglie in difficoltà

L'assessore Molinari (a sinistra nella foto)

L’assessore Molinari (a sinistra nella foto)

VARESE, 28 luglio 2016- Dal 26 luglio il Comune di Varese ha avviato i pagamenti, che proseguiranno anche nei prossimi giorni, dei contribuiti per il sociale per i quali in passato si erano accumulati ritardi e che la nuova amministrazione, a poche settimane dall’insediamento, sta subito provvedendo a risolvere. A breve, anche grazie alla riorganizzazione dell’ente voluta dal sindaco, la struttura comunale sarà in grado di essere più efficiente.

 

Cooperative sociali che lavorano per l’amministrazione nell’assicurare l’erogazione dei servizi sociali ed educativi, anziani in difficoltà, persone disabili, aiuti per gli affitti, sostegno alla prima infanzia e al reddito: questi alcuni dei destinatari dei contributi che il Comune da martedì sta provvedendo a recapitare.

 

“Sono contributi importantissimi perché vanno a chi ne ha più bisogno e a chi, come le cooperative, fornisce per il Comune servizi educativi e sociali – dichiarano Roberto Molinari, assessore ai Servizi Sociali e Rossella Dimaggio, assessore ai Servizi Educativi -. È assolutamente importante essere puntuali, soprattutto quando si tratta di contributi che riguardano i cittadini più in difficoltà. Il nostro obiettivo è quello di rispettare sempre i tempi in tutte le pratiche amministrative, e stiamo lavorando nell’ottica di una amministrazione più efficiente e concreta. Ringrazio quindi tutti i dirigenti e funzionari che ci stanno seguendo in questo processo e stanno svolgendo un ottimo lavoro al servizio dei cittadini”.

image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 28 luglio 2016. Filed under Sociale,Varese,VARESE,Varie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *