Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Bertocchi su buco di bilancio: “La Lega si scusi con i cittadini”

image_pdfimage_print
Paolo Bertocchi

Paolo Bertocchi

VARESE, 3 luglio 2016- «Le notizie che arrivano oggi dalla Guardia di Finanza confermano quanto da noi segnalato, subito dopo il nostro insediamento a Villa Recalcati, alla Procura della Repubblica di Varese e alla Corte dei Conti sui bilanci, a partire dall’esercizio 2012, dell’Ente Provincia.

Le Fiamme gialle hanno accertato un danno erariale di quasi 35 milioni di euro, che sommato al mancato stanziamento dei 12 milioni di euro dovuti alla spending review producono i quasi 50 milioni di disavanzo denunciati da noi lo scorso anno.

Stiamo davvero parlando di cifre enormi, mostruose. Nel comunicato della GdF è inoltre ricostruito in maniera dettagliata il meccanismo con il quale venivano messe a bilancio “somme effettivamente mai escosse”, creando così “entrate fittizie” per avere un bilancio in attivo.

A questo punto la magistratura verificherà singolarmente tutte le responsabilità penali e contabili, ma è evidente, e pesa come un macigno, la responsabilità politica della Lega Nord, che si è rivelata incapace di gestire i soldi pubblici dei cittadini. A questo punto sarebbero doverose le scuse nei confronti dell’amministrazione Vincenzi da parte degli esponenti leghisti, che in tutti questi mesi ci hanno accusato di aver inventato tutto e hanno cercato in ogni modo di nascondere l’evidenza davanti agli occhi della gente.

Dobbiamo ora evitare che i cittadini e i Comuni subiscano, più di quanto hanno già subito, gli effetti di questa mala gestione della cosa pubblica. Non sarà facile e neppure scontato, ma noi continueremo con trasparenza e senso delle istituzioni, a portare avanti l’attività amministrativa, senza sosta, per cercare di salvare l’Ente dal fallimento».

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 3 agosto 2016. Filed under Varese,VARESE,Varie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *