Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Stati Generali del Wellfare a Tradate: i giovani insegnano l’uso del tablet agli anziani

image_pdfimage_print

RagaVarese7press (1)TRADATE, 11 agosto 2016- L’assessorato ai servizi sociali del Comune di Tradate ha promosso una iniziativa dal titolo STATI GENERALI DEL WELFARE LOCALE in cui le associazioni attive in ambito welfare sono state mobilitate al fine di costruire nuove forme di partecipazione, di messa in rete delle proposte e, soprattutto, per allargare le occasioni che possano essere adeguati antidoti all’esclusione sociale. Le associazioni sono state coinvolte, in relazione alle competenze, nelle seguenti aree: anziani, disabili, famiglia e lavoro, immigrazione, minori.

Le associazioni dell’area anziani iscritte agli Stati Generali del Welfare, hanno ripensato la passione che gli adulti dedicano ai propri interessi, invitandoli ad essere protagonisti in attività diverse, stimolati dalle loro stesse passioni. Attività, non solo ludico-ricreative ma che riferissero a concetti che richiamano all’autostima e la partecipazione. I volontari ultimamente si sono concentrati sul progetto “anzianinsieme” che ha ripreso dai risultati dei progetti precedenti e trasformato le buone prassi in azioni innovative (www.anzianisempreattivi.altervista.org ), come nel caso della collaborazione con l’ISTITUTO GEYMONAT di Tradate e il progetto di volontariato coordinato dal professor Angelo Dinapoli. I comuni intenti hanno permesso a 13 studenti di affiancare adulti over 65 cui il comune di Tradate ha assegnato un Tablet in comodato d’uso gratuito, in cambio dell’impegno ad imparare l’utilizzo della posta elettronica. La possibilità di svolgere l’attività in piccoli e piccolissimi gruppi ha consentito un maggiore coinvolgimento dei partecipanti e, inoltre, la presenza di persone di età differenti ha valorizzato le risorse di ciascuno, favorendo l’emersione delle reciproche potenzialità e massimizzando i risultati.

Gli adulti coinvolti nel progetto sono stati segnalati dalle associazioni di Tradate e oggi quelli in grado di utilizzare la posta elettronica (ormai più di 30) sono in contatto tra loro e le associazioni stesse. Essi sono come avamposti delle associazioni cui possono fornire informazioni preziose di pubblica utilità che ricevono da soggetti istituzionali, in particolare i servizi sociali, utilizzando la posta elettronica. A loro volta le associazioni provvedono ad informare i propri associati, diffondendo in modo capillare l’informazione e amplificando l’opportunità dei servizi disponibili sul territorio. Un aspetto particolarmente rilevante è che i partecipanti hanno raccontato con entusiasmo la propria esperienza, sensibilizzando i conoscenti a ri-mettersi in gioco per sentirsi (ancora) utili e migliorare il benessere personale.

Recentemente il progetto “anzianinsieme” è stato presentato ai tradatesi e alle istituzioni durante un evento appositamente organizzato presso la sede della Fondazione Velini di Tradate, una struttura di assistenza ed educativa per anziani che è tra i principali partner del progetto. Nell’occasione il presidente della Fondazione, ing. Fabbris, ha sottolineato l’importanza del progetto che include numerose altre attività oltre quella dei Tablet e consegnato ai ragazzi del Geymonat un attestato per la loro preziosa e indispensabile collaborazione.

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 11 agosto 2016. Filed under PROVINCIA,Sociale. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *